Piccola Guida.

Noi abbiamo già cenato.  Penne, con salsa di zucchine e speck, cotolette di maiale in piastra insalatina mista. Quel “sembra ” ( scritto stamattina)che lavoro, solo la mattina, mi ha fregata..also domani lavoro  di sera, niente libero, Mercoledi la mattina, Giovedi la sera, Venerdi la mattina, Sabato e Domenica la sera “Miss ferie sono sempre io” ne sta approffittando del mio supporto colleghiale.

Rassù adesso riposa..io sento  cosa trasmette D-Max e scrivo qui, maritino  tra un oretta si sveglia e vediamo niente di particolare “Verliebt in die Braut” ..film a tema per  noi sposini “freschi freschi”.

In” Blu” leggendo il suo blog di pazienti ed incidenti di corso. Mi ha fatto ricordare, che qui in Germania senza assicurazioni varie non si vive.

Ecco io ho fatto tre anni fa due assicurazioni pensionistiche con un fondo speciale di risparmio.

Ed un’ assicurazione  di invalidità privata, che se succede che non lavoro, prendo il mio stipendio in pieno.

Ed in questi giorni,  con Andreas Versicherungberater personale ho fatto con insistenza della banca, finalmente l’ assicurazione alla vita.

E’ standard qui averla tutti. E’ una cosa normale.

Un Lebensversicherung (assicurazione sulla vita) è una polizza che riscuote molto successo in Germania. Garantisce alla famiglia dell’assicurato una quantità fissa di denaro in caso di morte.

Facendo le corna vorrei vivere fino a cento anni, ma quel “diavoletto” del mio uomo ha sentir la quota a quanto prenderebbe in caso di malagurato mio decesso, gli brillavano gli occhietti e mi fa  ridendo…vuoi morire subito o lentamente tirandomi i piedini facendo il bagno assieme.

Demetraseele’s

 

Poi ci sono altre assicurazioni che bisogna fare se si vive in Germania.L’ Hausratsversicherung (assicurazione della casa) copre i costi in caso di furto, vandalismo, tempeste o altre eventualità. Assicurazione per i costi legali(Rechtsschutzversicherung).

In Germania, tutti sono responsabili di danni a terzi. Per questo conviene contrattare un’assicurazione (familiare) per danni a terzi (Haftpflichtversicherung) durante il periodo di permanenza in Germania (tieni presente che i genitori sono responsabili per i figli!). Questo ti protegge da denunce di terzi per danni involontari.

L’ assicurazione sanitaria.Se stai pensando di andare in Germania, la prima cosa da fare è munirti di un’assicurazione sanitaria. Le medicine, i medici e gli ospedali sono estremamente cari: per questo è molto importante avere una copertura sanitaria in caso di malattia o emergenza.

Inoltre, non puoi ottenere il permesso di residenza se non hai un’assicurazione medica, la quale è molto importante se vuoi lavorare o studiare in Germania.L’assicurazione sanitaria dello stato è gestito da una rete di compagnie senza fini di lucro che lavorano per lo stato nella gestione del programma di salute nazionale (Gesetzliche Krankenkassen). Alcune delle più conosciute sono la AOK, BEK, BKK, DAK e la KKH.

 

 

https://i0.wp.com/www.vostrisoldi.it/img/polizze-vita-tradizionali.jpg

Annunci

4 commenti to “Piccola Guida.”

  1. Tutto questo “mondo delle assicurazioni” sta cominciando prendere piede anche da noi.
    Il problema è che tra servizio pubblico e privato non siamo ne carne ne pesce…prodotti finanziari “chiari” in questo senso ce ne sono ancora pochi.
    La sensazione comune è che si debba pagare tanto per avere poco 😦 vedremo.
    Per quanto riguarda la citazione nel post precedente a questo ricordo che io uso la versione CMS di wordpress (praticamente il programma) e non wordpress.com.
    Qualche differenza c’è. Comunque ho ancora un account su wordpress.com ed ogni tanto ci entro per fare dei test, cosa sempre utile.
    😀

  2. Non so come funziona In Italia, ma so che qui pagano dopo due tre giorni e corretti:-) Non sgarrano un centesimo:-)

    • In Germania si sa che le cose sono fatte con più precisione. Qui siamo ancora in fase…sperimentale.
      Per quanto riguarda la tua domanda sul blog:
      Quando usavo wordpress.com la piattaforma era pesante ed io avevo la connessione lenta (le due cose non andavano d’accordo), così passai a blogger.
      Mi sono deciso a passare al wordpress versione CMS quando ho deciso di farmi il dominio personalizzato.
      Wordpress.com è macchinoso e poco conveniente per chi fa questa scelta.
      Per il resto va benissimo, è diventato più veloce e ricco di funzioni. Dall’altra parte il wordpress “programma” è più impegnativo nel momento che lo si usa per le prime volte perché va configurato ed è “nudo” (niente template e widget pronti all’uso. Viceversa la sua forza è la flessibilità, nulla gli è precluso, gli unici limiti sono la fantasia e la competenza di chi lo usa.
      Nel mio caso sto usando questo strumento al 10% della sua potenzialità ma mi v bene anche così. Apprezzo il fatto di poterlo far crescere senza problemi caso mai decidessi di farlo.

      Ciao ciao 😀 😉

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: