Serata , compleanno, cattiveria

Oggi  siamo andati  a far shopping e poi ci siamo coccolati sul letto e poi siamo andati ad un compleanno di ” obbligo”. Cioè?

 Oggi in macchina dicevo a mio marito. Ma dobbiamo andar per forza? Non hai voglia. No che non abbia voglia, ma lui è tuo amico, è la moglie non so perchè capisco che gli sono antipatica. Ma no i miei amici ti adorano, ti ha chiesto anche lei di aiutarti delle deco per il  nostro matrimonio, non pensar così, sei tu che forse pensi negativo.No credimi Rainer, respiro a pelle che quella donna gli sto antipatica, mi sorriderà quando mi vede, vicino a te, ma ho l’impressione che appena si gira non so cosa pensa di me e poi sta sempre a guardare come sono vestita. Mi guarda dalal testa in su.Ma no Rosa tu pensi negativo vedi che C. ti adora. Se lo dici tu Rainer io  non ne sono convinta.Ma per farti contento vengo anche io al compleanno del tuo miglior amico. Ore 15 di oggi pomeriggio.

Allora siamo andati, dopo averci fatto le coccole, io mi sono messa dei Legging Hose, gli stivali da 12o euro della Esprit, bellissimi, una magliettina tipo contry Giacca di pelle nera, tipo fonzarelli, orecchini di Rainer, decentemente  elegante, poiche dove andavamo sono parecchio snob e guardano anche che marca di mutande porti, ed  una collana di pietre blu che mi aveva regalato un’ anno fa la padrona di casa del compleanno, sperando che il mio dubbio della sua antipatia contro me  era solo una mia fantasia.

Specifico, non sono per la roba di marca, anzi nei mercatini trovo roba carina.Ma l’ ambiente di amicizie snob di mio marito sono costretta ad adeguarmi, anche se gli stivali della Esprit li desideravo da anni.

Non so cosa sia successo, abbiamo portato il regalo, fatto gli auguri a chi faceva il compleanno, si mangiava tutti assieme, ho salutato chi conoscevo e moglie  e via e ci siamo seduti in  un tavolo tondo. Quaranta persone, tra un po’ di bambini  piccoli, che giocavano al wi fi. Tutti che si servivano da soli, mio marito mi fa, mi prendi una birra e fatti un bicchiere di vino rosso. Mi avvicino al banco del frigo, in quel mentre il bimbo della padrona di casa urlava come un matto, non voleva mettersi credo il bavaglino. E mi sono trovata, madre e figlio davanti a me. E con spontanienta, mi sono avvicinata con una mano al bambino con tenerezza dicendo” Perchè piangi,non piangere.  Volevo accarezzarlo.La madre ha avuto una reazione aggressiva ,con ” Togli le tue mani da mio figlio” e girandosi e scappando, come se avessi la peste. Ho avuto un momento di incapacità e di capire che quello che sentivo a pelle era vero. Non mi sopporta, ma davanti a Rainer mi fa il sorriso. Ho portato la birra a mio marito.Che ha capito subito che era successo qualcosa§  leggendo l’espressione del mio viso, e poiche da lontano aveva visto la scena§ e mi chiedeva cosa è successo, cosa ti ha rattristato Rosa. Nulla ho risposto, mi sono presa una sigaretta, con una scusa ho detto che telefonavo a Cristina la mia Chef, e sono uscita al bancone a prendere aria. Sono ritornata . Mio marito insisteva, perchè aveva visto il tutto con i suoi occhi e voleva sapere cosa mi aveva detto quella stronza di mucca..Così l’ ha chiamata Rainer.Gli ho detto cosa mi aveva detto, di non rovinarci la serata , ne l’ amicizia con il suo amico del cuore e di far finta di niente. E  così abbiamo fatto, io ho ignorato lei, lei me. Mio  marito a veder la scena, se rimangiato quello che mi aveva detto  in macchina oggi pomeriggio, se ricreduto..ed ha capito, che non per tutti è facile accettare che sia sposato con un’ estracomunitaria_italiana. E’ una realta dura che ho vissuto prima con mio marito Georg, e che ne  ora già pronta con Rainer.Ed io. Mi sono bevuto un bel prosecco appena arrivata a casa. Ed ho buttato la collana di pietre blu  che mi ha aveva Regalato  C. e portavo stasera nel collo nella pattumiera.

Il significato di questo post..e credo sempre di più solo a me stessa. 

Annunci

3 commenti to “Serata , compleanno, cattiveria”

  1. Ciao Rosa come stai? Innanzi tutto risolto i tuoi problemini da donna? Per il resto non dar peso, la gente è cattiva, ma stai tranquilla che tanto o prima o poi tutto viene da loro pagato….e nn starci male, sii superiore.
    Patrizia

  2. Maledetti pregiudizi….
    Si dice che il tempo è signore.
    Chissà, magari tra qualche tempo con questa donna avrai modo di chiaristi. Non dico diventare amiche ma almeno relazionarsi civilmente.
    Stammi bene 🙂

  3. Che schifo. Chi è razzista non merita la tua attenzione. Questa persona non merita che tu stia male. Ti abbraccio.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: