Linseneintopf mit Würstchen

Oggi non si va  a mangiare ad un ristorante cinque stelle. Si mangia a casa nostra. A casa nostra ci si accontenta anche se i vini ed i formaggi li preferisco di ottima qualità.., vado in un negozietto, che i formaggi hanno il sapore di montagna, della Valtellina. Cosi come la carne , ne mangiamo tanta a casa nostra, ed adesso che voglio far la Penelope a vita, mio marito mi aiuta, io mi aiuto, ma non posso spulciare  nel portafoglio di quel Santo del mio uomo. E bisogna risparmiare .Anche se non dice nulla. Ieri sera ho cucinato delle semplici bistecche ( cotolette)con söße e delle patate saltate in padella, un po’ di pane ed poi della frutta sul tavolo del sofa. Trovo qui uva senza i semi.Ma esiste anche in Italia?

Cosa si mangia stasera a casa nostra.Semplicemente una zuppa di lenticchie con Würstchen e del pane di segale. Noi non ci dimentichiamo di essere stati poveri, specialmente mio marito che aiutava suo padre nella stalla alle cinque di mattino, noi non ci vergogliamo a mangiar cibo povero.Una zuppa calda con il pane nero è la beatitudine dell’anima.

Vado a far la casalinga ci si vede sul pomeriggio.Linsen-Eintopf 500x285

 

Annunci

3 commenti to “Linseneintopf mit Würstchen”

  1. Penso di sapere chi ti ha ispirato questo post. Cucini cibo buonissimo, le cose semplici sono le migliori. Anche qui è possibile trovare l’uva senza semi. Bye-bye my dear.

  2. Eh si me l’ha ispirato Herr Mir Mich:-) A me fa ridere..mi fa ricordare un avvocato che veniva al ristorante, che poi il ristorante aveva tre stelle, quindiveniva gente di un certo livello di grana…e veniva tutti i giorni sta rottura di avvocato..che anche se gli mettevi la bistecca arrottolata con speck e mandorle, come voleva lui, il vino come voleva lui..aveva sempre da dire..il livello di clientela era abbastanza alto da ferrari a lamborghini, parcheggiati fuori la porta, ma sincera…noi li chiamavamo ” i pazienti”snob, stronzi, solo perchè pagavano e non credo neanche che se lo godevano, anzi per esperienza la maggiorparte di ricchi ricchi sono tirchi:-)

  3. E c’era quel povero cameriere grandioso sommelier che usciva sorridente in sala ed entrava terrorizzato in cucina…:-)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: