Recupero post tre

Un pò di pane e burro e marmellata

Post n°376 pubblicato il 08 Aprile 2010 da violabludg0

Tag: burromarmellata e sale.Pane

Oggi non ho voglia di andare a guadagnarmi il pane. Lagnusia pura. Stamattina ero come un toro che aveva visto sangue rosso..poi il fottitini di due donne ed il mio ..mi hanno slanciato un sorriso schifoso da dentiera 34  denti. Ho fame di merenda. Ho delle marmellate alle ciliegie e vado a fare merenda.  Ci si vede domani.

https://i0.wp.com/farm4.static.flickr.com/3311/3257013235_6df608629d.jpg

https://i2.wp.com/www.francescav.com/wp-content/uploads/2009/09/pane-sale.JPG

E’  tradizione tedesca portare pane e sale quando si inagura una nuova casa. Io inagurò oggi questo Volare Liberi che sta prendendo serenamente la forma che ho sempre sognato io. Serena, libera, sincerità ,io. Come qualcuno mi scrive che mi legge. E ci credo che mi vedete serena..ho imbiancato blog da poco. E finalmente lo posso dire .

Benvenuti a tutti su VolareLiberi.

Baci sparsi e volanti a tutti.

Viola

Scrivi Commento – Commenti: 12

Oltraggiando un ometto che zampetta dandogli una botta di vita.

Post n°375 pubblicato il 08 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Vivere sorridendo.

Un momento di ironia. Io ho un amico simpatico simpatico . Che fa come nick grillofetente   

ed ha  come blog un simpatico Blog di fanciulle. Il mitico, grande immenso “


OLTRAGGIOSA_MENTE 
meglio volgari che bigotti!!
Tutto da scoprire…ma il grilletto fetente , ultimamente lo vedo sotto tiro, non è più pimpante come una volta. E siccome violetta bella gli vuole bene.Tié bevi , ingoia e poi sputa un bella latta di Tylenol..intera:-)

Il Tylenol per chi non abbia uso in Italia è una semplice aspirina.

Speriamo che  gli passi il mal di testa.

Con affetto.

Tua Violetta.

Scrivi Commento – Commenti: 4


L’illusione.

Post n°374 pubblicato il 08 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: l’ illusione del virtuale.

L´illusione di un tavolo da pranzo ed invece è una lavagna da scuola.



L’illusione di un super eroe!

L´illusione di un menù dietro ad un frigo da casa.

L’ illusione di di Edward Munch!

La vita con le persone è una bella fregatura fatta di illusioni.

Qui in Digiland tutto è possibile.

Persone  che non possono esistere nella realtà,
facce che nascondono altre persone,

sorrisi che
sembrano comprare gli spazzolini da denti con tanto spalmo di dentikat,

colori che non sono colori,

felicità che non sia infelicità.

L’ occhio non mente se non ci facciamo intrappolare dalle illusioni.

Però ricordatevi siamo noi a decidere se vogliamo illusioni o realtà.

Io preferisco la realtà , nuda, cruda, bastarda, ma vera.

E voi?

Con sorriso una bella giornata a tutti.

Io vado a vivere.

Viola

Scrivi Commento – Commenti: 2

Bambini di Rubem Alves.

Post n°373 pubblicato il 08 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Bambini.

Thais è mia moglie e compagna. Mi piace di più il termine «compagna». Viene, infatti, dal latino, cum e panis e vuole dire «persona che mangia con me». Non è un caso che mangiare lo stesso pane sia il simbolo della fraternità cristiana. Ma è chiaro che si tratta di una metafora. Mangiare insieme il pane che si vende in panetteria non porta alla fraternità. Se fosse così sarebbe facile riconciliarsi con i nemici; basterebbe che essi mangiassero dello stesso pane. Il pane della panetteria diminuisce progressivamente e nella misura in cui viene mangiato e soprattutto quando ne rimane poco il mangiare assieme può degenerare in litigi per le briciole…

Il pane, invece, che i compagni mangiano non diminuisce nella misura in cui viene consumato. Al contrario, aumenta ogni volta di più. «Mangiare il pane che il diavolo ha preparato»: questo detto popolare sa che il diavolo è un buon fornaio. Addirittura ha tentato Gesù in persona suggerendogli che trasformasse le pietre in pane. Gesù rispose dicendo che sapeva fare pane di altro tipo. Faceva pane con le parole. «Non di solo pane vivrà l’uomo, ma anche di ogni parola che esce dalla bocca di Dio». Parole che escono dalla bocca di Dio hanno il nome di poesia. Quelli che insieme mangiano poesia sono compagni. Provano piacere per le stesse parole.

La parola che più ci commuove è «bambini». È l’argomento di cui maggiormente parliamo. Thais, se potesse, creerebbe un orfanatrofio. I bambini e i vecchi sono le classi più oppresse della società. Sono deboli fisicamente, nessun da attenzione a quello che dicono e sono alla mercè degli oppressori. Ah! I politici di sinistra vivono parlando di classi oppresse. Io sarei felice se vedessi nei loro manifesti elettorali riferimenti ai bambini e ai vecchi come classi oppresse. Ma i bambini e i vecchi non vengono menzionati. Forse perché manca ai bambini e ai vecchi una qualità politica, non hanno potenziale rivoluzionario. Mai prenderanno le armi. Qualcuno, a questo punto, contesterà: «Non sono oppressi. I bambini hanno i loro genitori che li proteggono. I vecchi hanno i figli che se ne prendono cura…». Coloro che parlano in questa maniera dovrebbero leggere le calde meditazioni di Janucz Korczak, il martire degli orfani. In esse è scritto: «Quanti bambini sono orfani dentro le case dei loro genitori!».

Neppure il Libro Sacro li protegge. C’è un comandamento che ordina che i figli onorino i loro genitori. Ma non c’è nessun comandamento che ordini che i genitori onorino i loro figli. Con frequenza maggiore di quello che immaginiamo i genitori sono gli oppressori dei bambini. Dentro le loro case, essi sono sottomessi ad ogni tipo di abuso: grida, umiliazioni, sadismo, abuso sessuale e paura. Sì, paura! Non esiste niente di più triste che gli occhi di un bambino spaventato. Quello che più provoca dolore in un bambino non è il castigo. È, invece, sentirsi orfano, abbandonato, senza nessuno che lo soccorra. Se, infatti, il padre e la madre sono i suoi carnefici chi lo potrà salvare?

Traduzione di Marco Dal Corso
 dal blog Cem Mondialità.
Sono troppo delusa da certe gente qui per aver voglia di scrivere oggi. Ma certune se credono di essere veramente furbe. Resisto a non esplodere e fargli  fare una bella figura di merda a questa donna .
Ma lascio perdere.
Allora vi ho imbattito il blog di dolcezze, non resta che abbuffarci .
E ricordarsi l´importante e’ partecipare non che vinca il migliore.
State attenti alla carotide ed ai   dolcetti  non fateveli rubare, e ricordarsi “tutta e` apparenza” in certi pazzi mondi di anime all´oblio.
Avviso .Sono  cattiva oggi.
Giorno Mondo.
V iola.
Commenti: 8

L’ anima al diavolo.

Post n°372 pubblicato il 08 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Vendere l´anima al diavolo.

Ci sono persone qui che pur di arrivare sempre ad inutile post al sole venderebberò l’ anima al diavolo. Che schifo di donna.

 Ogni riferimento non è causuale.

Penso ad un amica che gli è morta la figlia trentenne ..un infiammazione al cuore, non curata, una doccia fredda, e`stata trovata morta stamattina. Il nostro amico Andreas, per il diabete  gli amputano un piede. Ma è cosi importante un misero posto al sole? Notte Mondo .

Commenti: 2

Tira e molla.

Post n°371 pubblicato il 08 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Tira e molla.

Ogni tanto bisogna tirarsi gli altri dietro di sè.

E poveri noi che fatica!

Ogni tanto sarebbe bene che gli altri tirano noi a Volare.

Ma non sono puntuali.

( Rif.Lesfleur)

Dove sei?

Ringrazio gli altri amici per il caffè virtuale preso assieme.

E’ stato bellissimo.

Non vi siete accorti che non sbaglio più gli accenti e gli apostrofi ?

Ho aspettato 22 minuti Margo su Facebook, ma crollo a dormire si vede che anche lei russa.

Viola

 Commenti: 0

Un caffè.

Post n°370 pubblicato il 07 Aprile 2010 da violabludgl0

Il caffè era solo un modo per rubare del tempo che sarebbe appartenuto di diritto al te stesso leggermente più vecchio. (Terry Pratchett)

Il caffè, per esser buono, deve essere nero come la notte, dolce come l’amore e caldo come l’inferno. (Michail Bakunin)

 Commenti: 16

Penso.

Post n°369 pubblicato il 07 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Organizzazione giornata.

Penso che la raccolta del Raps non è ancora in fioritura. Non vedo l`ora. Di camminare per quei meravigliosi campi. Le giornate sono stupende qui per stare davanti al Pc ad oziare e sperare il bis di un post coccente al sole in compagnia di Alma ed il massagiatore tigrato delle mutande. Inultile direi. Penso che le ferie li avrò Luglio -Agosto.  Anche se Rassù dice godiamoci casa nostra per ora. Penso che dobbiamo finire i documenti per sposarci , ma la stiamo pigliando alla leggera tanto c’ è tempo! Penso che sto mantendo una promessa che mi sono fatta all’ inizio di questo anno. Allontanare tutte le persone negative qui. Ci sono riuscita!  Penso che adesso vado a bermi il mio caffè,lungo schifoso che non sa di caffeina. E penso che  Non ci sarò oggi   ho da fare i mestieri di donna di casa ed alle 16 devo essere a lavoro. Se sarò collegata sperando che Lesfleur mi legge, ci sarò sul tardi notte fonda verso le 24.

 Buona giornata a tutti.

Viola

https://i0.wp.com/mw2.google.com/mw-panoramio/photos/medium/4182080.jpg

https://i2.wp.com/mw2.google.com/mw-panoramio/photos/medium/4170056.jpg

Commenti: 6

Dr. House quarta edizione.

Post n°368 pubblicato il 07 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Dottor House.

Devo andare dal dottore 

Dr. House” è un successo enorme in Germania. Perché pensi che sia “Dr. House”  così popolare?

Io credo che sia perché ognuno di noi piacerebbe credere che da qualche parte c’è qualcuno che ha una risposta per tutto. Siamo tutti un po ‘disorientato nel mondo in cui viviamo. Non si vede attraverso quello che sta succedendo. Tutti sono più o meno ansiosi per tutta la vita, sperando che qualcuno è intelligente, intenzionale o senza scrupoli sufficiente a trovare una soluzione per loro. E si aspetta. Il fatto che ci sia qualcuno che aiuta fuori dai guai senza porsi troppi problemi e con genialità è il frutto del suo successo in Germania. Forse questa è solo una fantasia , ma almeno per me questa è una idea rassicurante e confortante.No, non c’è proprio niente che odio di lui. Lui ha un sacco di cattive qualità, ma mi piace questa mescolanza di lati oscuri e soleggiata. Mi piace il fatto che è la testa di un bambino, una volta, ed a volte il genio autodistruttivo , riesce a creare una giornata incredibile, che lo spinge temporaneamente anche fino sull’orlo del suicidio. Il fatto che a volte si comporta come un vecchio di otto anni e poi di nuovo come un angelo vendicatore sembra avere la testa, che trovo molto affascinante e interessante come uomo.

Viola

“Il tumore non è di per sé una barra di marzo che ha ordinato un bicchiere doppio di etanolo”.

“Se parli con Dio sei religioso. Se Dio parla a te, ti sbagli.”

 Commenti: 9
Condividi e segnala Condividi e segnala – permalink – modifica – elimina

Fotomania.

Post n°367 pubblicato il 06 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: fotomania.
Von Interno-Esterno
Von Interno-Esterno
Von Interno-Esterno
Von Interno-Esterno
Von Interno-Esterno
Von Interno-Esterno
Von Interno-Esterno
Von tv012a
Von tv012a
Von tv012a

Certe foto sono li per farsi fotografare. Aspettano che tu prendi il momento giusto. Ti guardano, ti pizzicano e ti dicono “non ci vedi”?

E voi vi fate colpire dalla “fotomania”?

* Tutte le foto sono fatte da me 🙂 Una piccola parte.  Cliccare sulle foto per ingrandirle.

Viola

 Commenti: 1

Lasciamo andar via il tempo.

Post n°366 pubblicato il 06 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: lasciar andar via il tempo

Lasciamo andar via il vento. Senno porta lacrime. Quello che è stato è stato. Ma ci sono ricordi che sono pietre come macigni e rimarrano fino alla morte fermi nel cuore. Cammino serena oggi, cosciente che se avrei una sola possibilità di tornare indietro con il tempo, farei ordine ai miei sbagli.Ma non si può allora vivo avanti con Rainer.

Vado a preparare cena. Oggi sono libera a casa. Il tempo è favoloso qui e vi auguro a tutti una bella e serena e piacevole serata a tutti.

Viola

*La foto sono le piante che ho piantato nei vasi sotto la finestra della cucina, il pulcino che avevo promesso a qualcuno che ho fatto, io sempre “malinconica” ,gli ovetti di color lilla:-)  e la porta di casa nostra sempre aperta*

 Commenti: 9

La sirenetta sotto olio.

Post n°365 pubblicato il 06 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Ricordi.

Quando ero bambina con una amica di giochi ci piaceva inventare una lingua nostra. Così i grandi non ci capivano davanti ad ogni vocale mettevamo la -desinenza gn- accompagnata dalla vocale rispettiva. Vi spiego meglio se dovevamo dire viola dicevamo vigniognolagna. Ho pensato di cercare qualcuno a cui mandare le bozze dei post e farli correggere così io ho più tempo per me e vado a passeggiare al sole.

Allora Viola smettila di ridere e racconta la storia del libro. Che vi dicevo ieri sera . E una storia vera che non ha nulla da ridere, ma lasciar riflettere noi donne.

Ho trovato un libro a me molto caro, molti sanno che sono fans dei “Buona Vista Social Club”. E’ il libro di Buona Vista Social Club con tanto di foto e` il libro del film scritto da Wim e Donata Wender . Mi fu regalato dal primo marito. Va bene tra due matrimoni ed un funerale sono stata già sposata due volte. Non parlo mai mai di lui. Del primo marito. Si chiama Gian. Ogni tanto invento su lui storie tragicomiche , per togliermi il senso di colpa . Lo ammetto non sono stata corretta con quest’ uomo. Per nulla. Aveva un amico di 50 anni, ancora in tiro fisicamente. Io ne avevo 27. Biondo , svizzero,affascinante, Brian di nome, pieno di se, la carta di credito era il suo modo per comprare la gente, i regali, i diamanti, l´anello con il turchese , i fiori e la porta al suo successo. Facevo la cuoca anche in quel periodo nel Varesotto, avevo tutto, un uomo che mi amava, una piccola nostra tana, lavoravamo tutte due, anche se Gian mi lasciava molto spesso sola e preferiva le cordate in montagna che me. Brian non cedeva a corteggiarmi era sempre tra noi, sempre, si auto-invitava a cena sapendo che ero una brava cuoca, ed aspettava che mio marito andava via per riempirmi di parole illuse. Una sera chiese a mio marito se poteva portarmi ad un concerto a Milano, e li successe il fattaccio. Dovevamo tornare alle 24 di notte a casa. Tornammo alle 7 del mattino. Strada facendo mi sentivo in colpa, mio marito mi aspetta sul sofà seduto in silenzio, aveva capito che era finita tra noi due. Io non potei che ammettere la mia colpa e dire che era meglio lasciarci quella sera stessa, con Brian che si era defilato dalla porta di casa per paura di qualche cazzotto. Gian cercava in tutti i modi di convincermi, con urla e litigate che stavo facendo la cavolata della mia vita , che quell’ uomo mi avrebbe solo usata come bambolina e poi buttata via. “Non ti ama Rosa , si vuole solo fare una bella scopata e ti mollerà.!Non è vero io urlavo, sei tu che non mi ami più. Gian non capiva che mi succedeva, volevo io qualcosa di più , amore,viaggiare, vivere e forse lo cercavo e speravo di trovarlo in Brian. Gian mi blocco i conti per farmi desistere, mi lascio da sola a casa con tutte le responsabilità addosso di quella casa sperando che cambiavo idea. Ed io no ad ogni regalo di Brian e di lusso estremo e viaggi ed inutile parole sdolcinate ci credevo. La separazione era in corso, con liti immense di Gian con Brian, con Gian che pedinava Brian ad ogni ora , facendogli dispetti dal rigargli la Mercedes a picchiarlo per strada. Gian non lavorava più bene. Non so che successe tra vanità, lusso estremo, e rabbia anche Brian non sopportava più la situazione di mio marito che non si rassegnava , ne sopportava più il giochetto “Rosa” . Ed una sera mi disse “io ti ho usata non ti ho amato”. Mi crollo tutto addosso, impazzi quella sera. Gli urlai violentamente “ Allora aveva ragione Gian!! Dimmelo ha ragione!!!”Questo il termine esatto impazzi, apri l´armadio dei medicinali, ed inghiotti tanti sonniferi. Mi svegliai in ospedale con tutte due che litigavano nelle sponde del letto. Dopo l´ospedale mi ritrasferì nella mia vecchia casa da sola. Non parlai più con nessuno dei due. Non volli contatti con nessuno dei due, dopo sei mesi che avevo distrutto da sola io con le mie mani la mia vita e quella di un marito che mi amava. L´unica via di uscita e andarmene via per sempre. E così feci, partì per la Germania. Ci incontrammo solo per firmare il divorzio. Spero che un giorno mi perdoni. Oggi so che anche se il mio uomo non può accontentarmi su tutto sono felice che mi ama. E che per un uomo inutile non vale perderci la vita. Mai. Che la vita è bella ed ha molte sorprese. Quindi donne il senso di questa storia , mica è raccontarvi i “fatti miei”. Ma state attenti a chi vi mostrano lucciole per lanterne.

e come dice “Il caso del cavaliere” dal blog di  da ebenezer.le.page  di guido post n.19

«Io do una cosa a te, e tu dai una cosa a me» disse il Cavaliere alla Sirena.
E lei: «Io lo so bene quello che tu vuoi, ma non quello che mi dai».
«Ti do l’amore» lui, allora, le rispose.
Fu così che la Sirena finì in una scatola di tonno.

Si potrebbero rilevare riferimenti a Cavalieri esistenti.
Valuti il lettore se è il caso.

 Commenti: 7

Una dedica.

Post n°364 pubblicato il 06 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: G.dedica. Notte Mondo.

Ho un libro davanti a me. Che mi fu regalato da un uomo. E domani vi racconterò . L´hO  tirato fuori ieri sera dallo scatolone. E non l´hO mai più aperto da 10 anni.

Prima pagina una dedica.

Ad  una Rosa fragante

e odorosa che  ho incontrato

lungo il cammino;

il suo profumo ha toccato il mio cuore

ed io peccatore

impertinente ascolto

ancora i suoi passi

lievi che amoreggiano con l´Universo.

 G. a Rosa 01.04.2000

https://i1.wp.com/gallery.photo.net/photo/10533080-md.jpg

Commenti: 11

Un momento di gloria.

Post n°363 pubblicato il 06 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: il mio momento di gloria.

Okay …buoni tutti. Sono in Homepage per un post dell’ Apostrofo.Inutile direte voi. Forse avete ragione. Quanti caffè inutili che vedo qui.  Adesso andiamo un pò indietro, mi sono presa due anni di parolaccie da due fronti, senza sapere dove arrivavano, coltelli, colpi di palline di piombo e scarpe e peperoni e pomodori volanti. E non dite No! Ed io povera me sono stata seduta per terra a raccatare tutto quello che mi tiravate con amore. Me sono beccata dal 2007 ad oggi tre inutili bannature e non stiamo a dire chi aveva torto o ragione. Ma il mio Volare povero me lo avete mandato in  viaggio nel nulla. Tre volte signori e signore. Ho ingiottito di tutto. Ho imparato gli accenti, e  trovato l´apostrofo nella tastiera  tedesca e ne faccio un misero post per voi tutti. Invece una cosa ve lo devo dire. Può essere inutile il post . Stavolta e`mio  momento di gloria. Che mi sono meritata. E fatemi godere sto momento di gloria alla faccia di chi mi ha voluto male. Tutta da sola. E se domani ..non ci sarò più sapete quanto me ne frega  nulla. Godo.Posso?

Con affetto a chi non credeva in me..mi godo il mio momento di gloria.

Viola

In evidenza su

https://i1.wp.com/windowslive.com/Content/Campaign/SocialNetworking/img/partners/LiberoCommunity.gif

HP_5BLOG_FOTO[@ORDINE='1']/DESCRIZIONE
Apostrofo.
Qual e` l’ importanza di imparare dai propri errori ? Metterci impegno e studiare e`…
in: VolareLiberi

Il MONDO VISTO DAL WEB

1. shhhhh
2. de
3. Complicazioni
4. Ogni giorno è Pasqua
5. Apostrofo.

 Commenti: 12

Ricordi.

Post n°362 pubblicato il 05 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Post .Malenando.
Penso che dovró scrivere su Malenando ma non tempo ..un ´ora di tempo  e´scappo via..come tutti i pomeriggi. Penso che sono felicissima che le feste son finite, amici, famiglia, troppe feste, alcool ed incontri.  Troppo. Rainer stamattina ha iniziato a lavorare… ed io mi sono svegliata nella nostra tana  da sola con ancora fuori la neve. Che guardo dalla finestra della sala. Un panorama solo mio.

La camera e´silenziosa ma luminosa …un angolo nostro solo nostro…mio e suo.Con i colori caldi arancioni.

 E scendo le scale come sempre, bevo il mio biccherone di caffe lungo di poco caffé e tanto latte e tanto zucchero, una sigaretta  per farmi pensare e come il tempo passa e penso che cinque mesi fa ero ad inscatolare ed impacchettare per andare in una nuova cittá,  per un vero amore, nuovi amici, nuovi modi di pensare, nuova gente, nuovi colori, meno silenziosa, meno sola come quando ero a Wamiba.Non serve dichiarare i nostri ricordi..ma tutti abbiamo ricordi, che comprendiamo attraverso immani, colori, suoni e profumi. Sono legata ad un viso in terra cotta trovato  abbandonato, chi mi disse ” Rappresenta il diavolo non portarlo con te… eppure a me a sempre portato fortuna ed e´sempre stato appeso nei muri della mia vita..come una scatola in cui e´intagliato un angelo..per ricordarmi che collezionavo angeli, ed il giorno che Georg morí presi un sacchetto dell´immondizia e li buttai tutti via. L´unico angelo che mi e´rimasto e´in quella scatola,  e in questo blog. come il quadro della coca cola che trovammo in un mercato delle pulci che Georg amava ed aveva sempre appeso in cucina… e cosí e´con me… Come la conchiglia che trovai passeggiando al mare con mia sorella Donatella in Sicilia. Ricordi, che esprimono dolori, altri che esprimono un sorriso,  ed altri che legano a pensone che ho voluto bene e sono andati ,ed altri che ricordano momenti e grazie a Dio li abbiamo, e viviamo di occhi e di cuore. Sto bene oggi .Ancora molte scatole da svuotare, un senso di rabbia non mi fa aprire il  cartone del vecchio Pc.. come per dire ma che te ne frega… il lasciarlo chiuso, non mi ricorda il dolore dell´inganno di un´amico e la delusione in questo portale per la gente,non so se lo apriro mai, credo mai piú, alla fine tutto va e passa..La promessa di Rainer di finire il mio studio, ma lo lasciato riposare, che mettere le mensole questi giorni… a tutto esiste un tempo, rimangono le foto, i quadri, i libri, i cd, i fogli, le foto,  i ricordi  di un tempo a cui sono legata a cui non voglio dimenticare. Almeno i quadri li appesi, per le mensole dei libri, credo che dovró aspettare altri sei mesi.. Io sono legata ai miei piccoli ricordi quotidiani,alle belle parole, alle belle persone a chi incontro e a chi mi sorride e domani si vede.
Malenando  VolareLiberi

 Commenti: 6

Il Lusso e`volgare.

Post n°361 pubblicato il 05 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Il lusso e` volgare.

Io odio, gli arroganti non ci posso far nulla, mi va il sangue in testa. Chi pretende di aver sempre ragione anche quando è evidente che ha torto marcio. Mi da fastidio chi deve godere a ridicolarizzare tutto e tutte persone specialmente noi donne, solo per piena lode di se stessi.  E povere sceme che non si rendono conto. E qui diciamolo pure ce ne sono parecchi di arroganti. Mi è capitato a giorni di cercare di ristaurare un dialogo con uno di loro. Ma l´omo non cede, in senso di sensibilità. Anzi direi che mi ricorda una pera di quelle acerbe, che quando li mordi ti rimane la polpa tra i denti, con quel sapore di acerbo grizzato fastidioso. E dici a te stessa: Non è matura al punto giusto. E si butta velocemente nel cestino. Un arrogante  snob, sapete quelli che vivono da snob, perchè lo snob l´ha nel sangue…quelli che vivono da vampiri snob- che si fanno le trasfusioni snob. Ma non si rendono conto di quanto possano essere ridicoli e da cattiva , mi sono divertita a pigliarlo per i fondelli. Maleficium mea culpa! Odio il profilare del  lusso come caramelle da bon bon qui in questo portale , tra gente che fa  veramente fatica ad arrivare a fine mese, e qui c’è ne veramente tanta che fa fatica ad arrivare a fine mese. Direi proprio che per me “IL LUSSO è  volgare”. in questa sede di gente normale.  Io posso capire che ha letto la grande biblioteca di Mannhattan, che ha per poggia testa una copia ripiegata della prima edizione di Dante per dormire , che non esce da casa se non ha in programma di un museo, di un centro architettonico, una torre Eifel  da visitare , che ha uno Chagall nel bagno  tra la carta-igienica e lo spazzolino del  water, e che  le cravatte Verres li usa per legarci le mani alle amanti sulle testate del letto  di ferro e frustarle.mentre la moglie si consola con un Cartier.   E i suoi vestiti sono solo di   Valentino , e porta due diamanti di un carato ai polsi e una ultima versione della Mercedes  lucida e brillante nel Garage.

Bellezza di uomo, che poi più che bello sembri mio nonno, io posso capire che hai una cultura inimmaginabile, che hai viaggiato  per mondi e mari. Sai perchè non ti sopporto mi  ricordi tanto quell’ uomo che vorrei spaccare il naso a Berlino. Ma sai qual’ è l’ unica tua pecca che ti porterá all’ inferno. Non hai umiltà. Prima poi  l’ orologio ti fotterà.

Ogni riferimento non è causuale.

Certi uomini mi annoiano.

VolareLiberi.

https://i0.wp.com/shopping-trend.de/fuersie/files/2008/11/dandy-woman-sladjana-lukic-istockphoto.jpg

 Commenti: 4

L´Ovo.

Post n°360 pubblicato il 05 Aprile 2010 da violabludgl0

Questo e` l´ovetto che mi sono spaparazzata sul sofa .

https://i1.wp.com/farm4.static.flickr.com/3113/2548665888_3cd88993d1.jpg

https://i2.wp.com/farm4.static.flickr.com/3110/2548666010_295fa64809.jpg

Ops due cucchiai!!!!!!!!!!

Commenti: 10

Prima o poi.

Post n°359 pubblicato il 04 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: La mia lista.

https://i2.wp.com/gallery.photo.net/photo/5001500-md.jpg

Prima o poi.«Vivi i tuoi sogni.» Das Beste kommt zum Schluss (Originaltitel: The Bucket List) .In sintesi il titolo di questo film è la chiave di tutto. “La cosa migliore viene alla fine”

Prima o poi quante volte lo ripetiamo a noi stessi . E si lascia  invece andar via il tempo. Prima o poi se lo ripeteva il multimilionario Edward Cole un magnate d’industria multimilionario interpretato da Jack Nicholson . Attore che adoro fin da adolescente per la sua ironia e la sua intelligenza. Direi proprio che se domani si presentasse davanti a casa mia anche con i suoi tanti-anni addosso e qualche ruga in più e un po’ di panza che sovrasta la cinghia dei pantaloni. Giuro gli presento il materasso al molle. In questo film Nicholson incontra Carter Chambers interpretato dal grande ed anche unico attore Morgan Freeman in ospedale , il cui interpreta nel film la parte di un umile meccanico afroamericano. I due uomini, malati terminali, si trovano a condividere la stessa stanza di ospedale. Nonostante le differenti origini e classi sociali, sono entrambi determinati a non subire passivamente il destino che è stato loro riservato. Decisi a realizzare tutto ciò che non hanno mai potuto fare per mancanza di tempo, denaro o pigrizia, fanno una una lista di tutto quello che avrebbero voluto fare. La fine non ve la racconto guardatevi il Film.

Allora stasera mi domandavo io “Prima o poi”

Prima o poi

vorrei imparare a ballar il tango.

…ricominciare a studiare…e laurearmi.

…non aver più paura di volare.

..ne soffrire più di vertigini.

…andare all’ isola di Pasqua.

…imparare a nuotare.

…andare ad un “prima” della scala di Milano e sedere ai primi posti , con un vestito Valentino, e sentire “Madame Butterfly”,senza cavaliere, e togliermi i tacchi durante l´audience e godermi l´opera.

…salire su un treno e andare a Berlino presentarmi davanti al porta di uno stronzo ( che conosco solo io) e tirargli un cazzotto, e spaccargli il naso .

…vorrei andare a New York.

…e fermarmi a Las Vegas sul deserto a guardare le stelle nel cielo.

Non chiedo mica tanto Dio? Quindi caro Dio , prima di portarmi in Paradiso, perché io andrò in Paradiso ma voi no! Ricordati la lista Dio!!!!!!!!!!

VolareLiberi.

https://i2.wp.com/www.brera.inaf.it/hevelius/immagini/vergine_little.gif

 Commenti:  0

Un cioccolatino?

Post n°358 pubblicato il 04 Aprile 2010 da violabludgl0

https://demetraseele.files.wordpress.com/2012/04/uovadipasqua.png?w=237

Condividi e segnala Condividi e segnala – permalink – modifica – elimina

Meritata Pennichella.

Post n°357 pubblicato il 04 Aprile 2010 da violabludgl0

https://i0.wp.com/freshpickedwhimsy.typepad.com/photos/uncategorized/2008/06/10/do_not_disturb.jpg

Dopo aver lavorato fino alle 14. Dopo avermi spazzolato il coniglio con un sughetto fantastico accompaganto alle pappardelle che mi ha lasciato la suocerina..

Dopo aver fatto un mega bagno e tanto amore sul materasso a molle…ed incredibilmente, mia madre se ricordata che esisto quest’anno.

Dopo tanto adesso mi merito un bel espresso, un pò di cioccolatini della kinder Ferrero.

Dopo che cammino ancora scalza per casa e solo con il pile di Rassù per casa… vado a fare la pennichella tra le braccia del mio uomo:-)Lui già russa.

Che bella la mia vita! 

https://i0.wp.com/www.danando.it/images/full/dormire.jpg

 Commenti: 5

Non ci sono.

Post n°356 pubblicato il 03 Aprile 2010 da violabludgl0

Buonaserata a tutti. Io vado al Cinema con Rainer ed amici. Baci sparsi. Non ci sono. Forse vi racconto quando torno…Uffi Rassù se riaddormentato nel sofa ed aspettano noi.Corro:-)Viola

https://i0.wp.com/www.philips.ch/shared/assets/ch/Downloadablefile/fotodownloads-cl/200907/Cinema_21x9_productshot_2.jpg

 Commenti: 1

Robert Wilson.

Post n°355 pubblicato il 03 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Il grande viaggio.

https://i0.wp.com/robertwilson.com/sites/robertwilson.com/files/header_1433_0.gif

https://i2.wp.com/blog.panorama.it/foto/files/2010/02/grandvoyage-wilson-04-large.jpg

(AP Photo/Wally Santana)

Commenti: 0

Pensieri strani.

Post n°354 pubblicato il 03 Aprile 2010 da violabludgl0

“Quando sarete consapevoli del fatto che ogni persona che incontrate ha qualcosa di prezioso da insegnarvi riuscirete a utilizzare in maniera profonda ciò che essa è in grado di offrirvi”.Sappiate essere umili. Siate sempre aperti e pronti a imparare da qualsiasi persona o circostanza. Uguale come sia come ceto sociale, come sia vestita, o che lingua parla o che colore di pelle abbia. Se si e´umili si può crescere, se si è maturi si può solo marcire. L’ insegnamento della vita può essere dato anche da un bambino che vi prende per mano e vi domanda qualcosa a cui non avete mai pensato e la risposta offerta al bimbo sarà una risposta inaspettata! Ne ho certezza.

Viola

https://i0.wp.com/gallery.photo.net/photo/6116898-md.jpg

Speak to me!

Il silenzio è una barriera tra due adulti egoisti.

 Commenti: 5

Casalinga.

Post n°353 pubblicato il 03 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Anna Sexton .Poesia casalinga.
Anne SextonAd Anna  Sexton piaceva arrivare dieci minuti in ritardo alle sue performance per suscitare nella folla un po’ di aspettativa. Si metteva a gironzolare sul palcoscenico, accendeva una sigaretta, si toglieva le scarpe e con voce roca diceva. “Leggerò una poesia che vi dirà che tipo di poetessa sono, che tipo di donna sono, così, se non vi piacerò, potrete andare via“.
LA CASALINGA
Certe donne si sposano la casa.
E’ come un’altra pelle; ha un cuore,
una bocca, un fegato e un intestino.
Le pareti sono ferme e color rosa.
Guardala tutto il giorno in ginocchio,
con che puntiglio si lava.
Gli uomini entrano a forza, attratti come Giona
nella carne delle loro madri.
Una donna è madre di se stessa.
Questo è quello che conta.
(1961)
ANNE SEXTON

 – Commenti: 0

Buona Pasqua a Tutti.

Post n°352 pubblicato il 03 Aprile 2010 da violabludgl0

Io non amo fare gli auguri di festività. Non lo mai amato. Forse perchè non ho bei ricordi delle festività da bimba. Mia madre si dimenticherà come ogni anno che ha una figlia sperduta in Germania, non si è mai ricordata quando sono nata e voi pensate che si possa ricordare quando è Pasqua? Gli unici cioccolati che ho ricevuto nella mia vita , me li sono comprati io da sola. E qui non si usa, si usa regalare il coniglietto, ma non è una festività è più una ricorrenza religiosa per me. Grazie per chi mi ha fatto gli auguri in pvt e contracambio. Per me però è una giornata come tante. Ma ugualmente prima che mi dimentico, per non dire che odio fare gli auguri di festività in generale. Stavolta ve lo siete meritati. Siete stati molto più buoni con me, in questi 10 giorni di vera “pace” blog, incredibilmente incredula,finalmente posso godermi il blog  libera.E quindi amici, curiosi, passanti, comari e nemici.

Solo per stavolta.

Buona Pasqua a tutti.

Viola.

 Commenti: 2

Ballare finchè i piedi non vanno in fumo.

Post n°351 pubblicato il 03 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Royal C. Hall Irish dance.

Concentrati o depresse? Le giovani ballerine si devono riscaldare  prima di andare al Mondiale di danza irlandese . Oltre 4.500 atleti provenienti da 32 paesi hanno viaggiato fino in Scozia  verso la fine marzo per  ballare al Royal Concert Hall di Glasgow e vincere.

Ballare fino a  che i piedi non fanno male. All´internazionale riunione delle Danza Irlandese di Glasgow si presentano ballerine da tutto il mondo. Un pò di trucco da grandi, una parrucca e vai saltellare per essere i migliori. Inizia da un Cd la musica Irlandese. E si vede una ragazza danzare. Dare il meglio di se sul palco. Vincerà ?

La parte superiore del corpo rimane in uno stile  stabile, la postura è eretta, la circolazione  e la potenza della danza si svolge quasi interamente sulle  gambe ed ai piedi. Le scarpe non sono normalmente di metallo, ma di legno, fibra di vetro o di resina. Il rappresentante più famoso di questo stile è Michael Flatley, che è in tour con spettacoli come “Riverdance”in tutto il mondo. E come si suol dire “L´importante è partecipare.”

VolareLiberi

 Commenti: 0

‘ Apostrofo.

Post n°350 pubblicato il 02 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Apostrofo.

Qual e` l‘ importanza di imparare dai propri errori ? Metterci impegno e studiare e` cosa non comune da tutti qui. Io sono coerente di sapere dove sbaglio e provo ad auto-correggersi , non solo con la scrittura, ma anche nel quotidiano, con certezza credo che non e` abilità di tutti.

Buona Serata a tutti.

Viola

Dimenticavo ho trovato quel  “FOTTUTO ” apostrofo sulla tastiera tedesca del computer.

https://i1.wp.com/styleblog.girlpower.it/wp-content/uploads/2009/11/apostrofo-pela-arance.jpg

Commenti: 5

Die Prinzessin auf der Erbse.

Post n°349 pubblicato il 02 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: .Buone feste a tutti.2oo anni Andersen. Io oggi

http://pics.livejournal.com/nouvelle_belle/pic/0001yp7r

200er Geburtstag des dänischen Schriftstellers Hans Christian Andersen.

Oggi mi sento come la principessa sul pisello. Ho dormito come un angelo, tante coccole, ho fatto un rilassante bagno rigenerante immersa in tanta schiuma. Oggi rinuncio a qualche sigaretta, a non mangiar dolci, anche se una nostra amica fa gli anni oggi,e ci ha invitati stasera . E` incinta di nove mesi, ed ormai agli sgoccioli, non vede l´ora di abbracciare il suo baby. Ma il compleanno lo fa oggi. Quindi stasera io non ci sono in linea . Sto studiano gli accenti e gli apostrofi cosi frego il signor Mir Mich:-) , che mi riprende sempre in giro con quel modo altezzoso che ha , ma che mi fa tanto ridere che devo scrivere con gli accenti giusti. Prometto li studio entro giorni e vi frego a tutti :- ) Adesso cucino del pesce con un´insalata, e poi preparo dei dolcetti alle mandorle per Domenica di Pasqua . Grazie a tutti degli auguri in privato. Buon Venerdì Santo a tutti.

VolareLiberi .

Questa foto e´mia copiatela pure:-)

 Commenti: 8

Non sono perfetta.

Post n°348 pubblicato il 01 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: La perfezione non esiste.

Non sono perfetta. Per nulla. La perfezione non esiste. Un pazzo che voleva la perfezione ha ucciso milioni di ebrei. I miei post sono a volte letture di libri , parole che ho sottolineato con matita a punta dura e ferma su libri , e pezzettini di carta volante. Ed ogni tanto invece mi piace scrivere così come sono. Senza usare Open .Office, senza correggere, senza avere schemi,dettati dal comune essere degli altri. Mi piace però questo mio impegno”provare a non far errori e non scrivere veloce”. Come un provare a frenarmi. Perché io corro sempre, anche quando scrivo, corro “troppo” con il pensiero, corro quando cammino, corro quando mangio, corro sempre. Ho un amico che lavora alla Rai,non direi proprio che sia una persona stupida. Ridiamo come i matti quando ci scriviamo perché ci mangiamo le parole battendo le dita nella tastiera. Ma noi ci capiamo. Sembrano i nostri colloqui virtuali un misto tra ostrogoto e italo-arabo . E se qualcuno li legge si mette le mani ai capelli e direbbe, ma vi capite? Certo che si. Non sono qui per fare la scrittrice, ne per avere onori e lodi. Quello che scrivo sono sensazioni mie . Mie che provo a regalare a voi ed accettate con semplicità ciò che viene dato senza troppi pensieri e frivolezze.  Attimi. Un libro, un colore che mi colpisce il cuore, un quadro, una canzone, una frase di un libro pieno di polvere, una foto, un sapore, una poesia, un cielo blu, un sorriso, un dispiacere, una gioia. E le vostre sensazioni emozioni voi come le esprimete?

Ci sarò poco questi giorni siamo già a Pasqua. Quasi un anno perfetto con Rainer. Il mio unico amore. E penso che dopo le ferie pasquali andrò in vacanza.

Buona giornata a tutti.

Viola.

https://i0.wp.com/img139.imageshack.us/img139/373/83601po7.jpg

 Commenti: 2

Credere nell´imperscrutabile.

Post n°347 pubblicato il 01 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Esiste l´anima?

Se l`umanità credesse davvero nella realtà di una mente non circoscritta al corpo

(anima) si getterebbero nuove basi di comportamento onesto e morale, e ciò consentirebbe per lo meno di abbandonare gli schemi malsani che da sempre regolano i rapporti tra uomini e spiriti.

*Non riusciamo a capire che siamo invisibili…non comprendiamo che la vita, al di là di ogni definizione,è il continuo intreccio di visibile e di invisibile.Siamo tutti pienamente convinti che solamente il mondo visibile sia reale ed abbia una struttura propria, con le persone i palazzi, le vie, le macchine che corrono, i rumori,i profumi, gli odori  di bello e i profumi di sporco. Siamo cosí convinti che i cinque sensi, tatto, uditivo, visivo,gusto ed uditivo, ci raccontano la realtà dei fatti?Molti di noi credono la possibilità che il mondo interiore che chiamatelo come volete, pensiero, sentimento, anima oppure immaginazione, esiste oltre con una propria struttura spaziale. Bisogna essere niente, per credere nell´imperscrutabile.

Viola

https://i1.wp.com/mw2.google.com/mw-panoramio/photos/medium/1988079.jpg

La casa Battló a Barcellona

 Commenti: 0

Lautrec: il gusto della battuta e un´estetica scandalosa.

Post n°346 pubblicato il 01 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Lautrec L´arte.Essere Kitsch.

https://i2.wp.com/www.dmoma.org/lobby/collection/w_logan_fry/gina/images/toulouse_lautrec.jpeg

The Toilette
Henri Toulouse-Lautrec
26″H x 21″W
1896

Collection of:
Musee d’Orsay, Paris.

<!– @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } –>

<<Signore, la pittura e´come la merda, si sente ma non si spiega!>>

Questa massima, brutalmente opposta a un ministro che , all´inaugurazione di una mostra gli sollecitava chiarimenti, fornisce il modo di essere di Lautrec. Quando qualcuno, come il ministro di cui sopra, cercava di impegnarlo su un discorso estetico, Lautrec lo interrompeva con tono duro:- “Non ti impicciare”!. Molto spesso accompagnava i suoi amici Manzi e Joyant da Möise de Camondo, in rue Gluck. Le stampe giapponesi , i Monet presentati su uno sfondo verde, i Cézanne e i Manet nella toilette lo facevano andare in bestia. “Guarda il maiale!…. Fa il bidè davanti alla Lola e al Pifferaio”. La cattiva pittura, le cose manierate, le rose di Madeleine Lemaire, i pannelli di Louse Abbéma, le “donne sdolcinate” di Chaplin, i ritratti ufficiali di bonnat, i dipinti patriottardi di Détaille provocavano solo le sue battute o esclamazioni di rabbia sorda. Di fronte alla duchessa D´Uzés, che aveva pronunciato davanti a lui il nome del pittore Adolphe-William Bouguereau, sbottó :”Oh Cristo quel vecchio suidicione!”….. Con piacere non disumano, amava demolire i pittori, contemporanei minori, soprattutto quelli che ostentavano grosse quotazioni. Aveva dichiarato guerra a tutte le croste che ornavano i saloni borghesi e aristocratici. Il suo piú grande piacere era scandalizzare i suoi interlocutori; provocare per vocazione, era sempre molto soddisfatto di aver colto nel segno: voleva sempre sconcertarli, rimettere in discussione i loro gusti, porli di fronte alla miseria della loro cultura artistica. E si muoveva con sicurezza…. Gli accadeva di rovesciare intenzionalmente i valori correnti e di portare alle stelle il kitsch, i “ pompiers”o gli oggetti più volgari, per sconcertare brutalmente l´uditorio…..L´insulso diventava sublime: amava il volgare come lo stravagante. … La cattiva pittura scatenava le sue più pazze risate; e lo rendeva perfido al punto che induceva i suoi amici ad acquistare esemplari di gusto particolarmente discutibile, opere che in realtà egli riteneva piuttosto “coglione”.La sua parola riportata in ogni occasione era “Tek-nik. … “Tecnica”.“Tek-nik dell´alcol” per la sua passione ai bar; Tek-nik delle abluzioni”;Tek-nik dello scandalo e del volgare e come non metterci le donne dalle capigliature rosse e carnagione bianca che amava. Lautrec amava lo scandalo ed il volgare. Tutti quelli che lo incontravano per la prima volta , rimanevano sconcertati…Lautrec alzava un dito, faceva roteare gli occhi per accompagnare l´immagine e presentava la lama di un pugnale.

Il brano e´tratto da J. Sagne, Toulouse-Lautrec, Fayard, Parigi 1988, pp 365-368

Quanto mi piace Lautrec.

Volare Malenado.

http://sexualityinart.files.wordpress.com/2009/08/9-photo-of-toulouse-lautrec-in-front-of-salon-at-the-rue-des-moulins.jpg?w=480

 Commenti: 0

Notte Mondo.

Post n°345 pubblicato il 01 Aprile 2010 da violabludgl0

http://duedicuori.files.wordpress.com/2006/12/luna-piena.jpg

VolareLiberi

Commenti: 2

Io, chi sono?

Post n°344 pubblicato il 01 Aprile 2010 da violabludgl0

Tag: Iovolareliberi.

Volevo ringraziare chi mi scrive che bellissimo il mio blog, oppure chi mi scrive spero di essere alla altezza di te, oppure ha paura di commentare, perché pensa chi io possa essere . Si e´veró ci metto adesso tutta me stessa per il mio blog, ci metto piú inventiva e creativitá rispetto a prima, provo a mettere tutte le mie forze.Tutto quello che so ,oppure ció che ho letto, foto, disegni, colori, suoni, sensazioni  visive, uditive, un vero proprio palcoscenico. Incolla, taglia, quella parola non mi va bene, open office, correggere gli errori, non scrivere veloce, rifletti, rileggi, copia ed incolla, starebbe bene quella frase, quel colore, quel suono. Se m´emoziona allora e´perfetta.Ogni post e´come una prima di teatro.Ma con vero lavoro, sudore e forza. Ci metto veramente me stessa, ed e´una vera fatica ma voglio dimostare a me stessa, che posso farcela a scrivere bene senza errori  senza essere piú derisa. E non sono altro che una semplice ragazza, un pó peperina, molto curiosa, fragile tanto, stronza al punto giusto, ma buona alla fine.Non sono altro che una donna  come tante altre,che porta con se  sempre l´aquilone  fantasia ed emozioni. Nulla di piú. Io con Volare vorrei provare a dare ” sensazioni”.Io vivo di sensazioni e percezioni.

Per chi non mi conosce, mi presento ,mi conoscono tutti come Viola,ma non sono Viola, non e´importante chi sono, dove vivo, quanto guadagno, ma come sono ,ne come siete voi pochi che mi seguite. Avviso mi odiano tutti, mi amano pochi qui, sono sempre diretta e vivo in Germania  ho 36 anni e sono innamoratissima del mio uomo,(Rainer,Rassú) di cui 🙂 parleró spesso e direte, mha basta Violé,. Sono una cuoca a tempo perso,e  mi diletto su questo strano mondo  di provare a far  volare l´aquilone degli adulti che hanno dimenticato di fermarsi ogni tanto e guardare il cielo.

Viola

Commenti: 10

Der Sandmann.

Post n°343 pubblicato il 31 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: Post di Malenando.

 Quando penso agli occhi, mi vengono in mente il racconto L´uomo di sabbia (Der Sandmann) è un racconto di E.T.A. Hoffmann .Hoffmann, E.T.A., Der Sandmann: Erläuterungen und Dokumente / von Rudolf Drux, Stuttgart : Reclam, 1994. pp.171

La parola “Augen” (occhi) e i suoi derivati sono più che presenti in tutto il racconto, in quanto vengono ripetuti un consistente numero di volte. Ecco alcuni termini legati all’elemento “Augen” che possiamo trovare nel testo tedesco[4]:
  • hellen Augen (scrive Nataniele nella prima lettera all’amico Lotario: ”…nei sogni mi appare sempre la gentile figura della dolce Claretta che mi sorride con quei suoi limpidi occhi…”)
  • Augenbrauen (Nataniele descrive Coppelius come un uomo “dalle sopracciglia grigie e cespugliose”)
  • Katzenaugenstechend (…lampeggiano due occhi da gatto verdastri e pungenti…)
  • Kinderaugen (racconta Nataniele a Lotario, nella lettera erroneamente indirizzata a Clara, che Coppelius afferrando Nataniele e buttandolo nel fuoco sussurrasse: „ora abbiamo gli occhi, gli occhi… un bel paio di occhi da fanciullo”)
  • daß es nicht meiner Augen Blödigkeit ist (scrive Nataniele a Lotario: „se per me oggi tutte le cose non hanno più colore…“
  • mit funkelnden Augen (riferito allo sguardo del padre di Nataniele mutato dalla vicinanza del fuoco)
  • es flimmerte mir vor den Augen (racconta Nataniele a Lotario: „Coppelius stava davanti a me con occhi sfavillanti“…)
  • eine solche augenblicklich tötende Explosion (riferito allo scoppio che Nataniele sente provenire dalla stanza del padre)
  • aus solch hellen holdlächelnden Kindesaugen (ancora una volta il concetto degli „occhi da fanciullo“)
  • kleinen stechenden Augen
  • mit leibhaftigen Augen gesehen
  • Claras Augen mit einem See von Ruisdael (uno di loro, un individuo veramente tutto fantasia, paragonò in modo veramente originale gli occhi di Clara ad un lado di Ruisdael, nel quale si specchia l’azzurro limpido di un cielo senza nubi, la ricchezza dei fiori e dei boschi, la vita serena della ricca campagna tutta colori…)
  • Claras holde Augen (…ed ecco apparire…l’odioso Coppelius e toccare i dolci occhi di Clara…)
  • Tausend Augen blickten und zuckten krampfhaft und starrten auf zum Nathanael (mille occhi guardavano e occhieggiavano convulsi e fissavano Nataniele…)
  • in Olimpias Augen feuchte Mondesstrahlen auf (…gli parve che gli occhi di Olimpia si illuminassero di umidi raggi di luna…)
  • großen strahlenden Augen (la figura di Olimpia si muoveva sempre nell’aria attorno a lui…lo guardava con grandi occhi luminosi…)
  • die hellen glühenden Tränen aus den Augen (e dagli occhi di lui sgorgarono lacrime ardenti di malinconia e di gioia…)
  • durch die rollenden Augen (…torrenti di fuoco ribollirono attraverso i suoi occhi…)
Come accade con “Augen”, anche il termine “Blick” (sguardo) e i suoi derivati (”augenblicklich”, “durchzublicken”, “im wilden Blick”, “anblickte”, “der helle Blick”, “in Blick und Rede”, “blickte starr”, “offenbar unverwandten Blickes”, “immer wilder und wilder sprangen flammende Blicke”, “immer lebendiger und lebendiger flammten die Blicke”, “aber ein Blick durchs Fenster”, “in dem Liebesblick”, “mit ganz kuriosen Blicken”, “alles Schöne klar auffassenden Blick”) ricorrono i tutto il testo.
E.T.A. Hoffmann, infine, menziona svariati strumenti ottici, quali: PERSPEKTIV (il cannocchiale è uno degli articoli venduti dall’ottico piemontese Giuseppe Coppola), GLAS (usato sempre nel senso di cannocchiale, lente), SPIEGEL (specchio), BRILLE e LORGNETTEN (i cosiddetti “occhi belli…begli occhi” che, posti sul tavolo da Coppola, atterriscono Nataniele), WETTERGLAS (i barometri che Coppola vuole mostrare a Nataniele), TASCHEN-PERSPEKTIV (il cannocchiale tascabile che Nataniele utilizza per spiare in casa del professor Spallanzani), GLASTÜR (cioè la porta a vetri della quale si parla nel racconto), GLASSCHERBEN (termine che si riferisce ai frammenti di vetro: infatti, durante la colluttazione tra Coppola e Spallanzani, fiale, storte, bottiglie e tubi di vetro che si trovano sul tavolo vanno in frantumi).
Come abbiamo visto, in questo racconto la metafora della vista è determinante (basti pensare che il concetto di occhio e vista è ribadito più di 50 volte). Ma che ruolo hanno gli occhi nel racconto?
C’è una celeberrima frase, attribuita spesso a Leonardo da Vinci ma tratta da Sant’ Agostino, che dice: “gli occhi sono lo specchio dell’anima”. Credo che con queste parole sia possibile spiegare per quale ragione gli occhi di Clara sono descritti dall’autore come “dolci”, “limpidi”, paragonabili ad un lago di Ruisdael, e perché invece quelli di Olimpia siano definiti “rigidi”, “stranamente morti e fissi”; ancora, possiamo capire come mai Hoffmann dipinge Coppelius come un uomo dagli occhi “da gatto verdastri e pungenti”, “sfavillanti e beffardi”, e per quale motivo, infine, gli automi degli esperimenti di alchimia di Coppelius e del padre di Nataniele (ma anche Olimpia dopo essere stata contesa dal professore e dall’ottico), non abbiano occhi, ma cavità nere (“…il volto di cera di Olimpia…non aveva occhi: al loro posto caverne buie…”).
Bibliografia:
Hoffmann, E.T.A., L’uomo della sabbia e altri racconti, 4 ed., BUR Biblioteca Univ. Rizzoli, traduzione di E. Pocar, 1998. pp.174.
 Commenti: 2

La chat Libero. I maiali.

Post n°342 pubblicato il 31 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: I maiali della chat.

Ieri sera ho voluto provare una nuova esperienza virtuale. La chat di Libero.Finalmente mi funzionava .Era tardi.Quasi le due di notte. Non riuscivo a dormire, un medicinale mi dava sudorazione ed una leggera febbre. E mai mai più entreró in quel mondo. Mi ha fatto letteramente schifo.Schifo, ribrezzo, nausea,volgare, irreale.Saró stata dieci minuti esatti,per capire come funzionava. I contatti che mi chiamavano erano solo uomini. E le volgaritá che mi si chiedevano iniziali, neanche un saluto, erano tra “quando hai impara a far un pompi..”?me la fai vedere” sto guardando un filmino porno” vuoi sapere cosa mi tocco”? e via dicendo e vi evito le peggior parole scritte che ho letto. Ed un uomo invece di salutare mi mandava link che portavano all´esterno ad un sito porno. La cosa e´difficile per una persona come me che non sa come funziona.Mi sembrava di vedere tante piccole mosche che attaccavano il miele. Solo un uomo dal nome Said, del Marocco, mi spiegava come bloccare tutti,scriveva dall´estero e ridevamo perché ci sentivamo anormali .Ero schioccata,nauseata e pensavo come si e´ridotto l´uomo moderno. Ad una semplice mano tra le gambe ed un godi virtuale tra due schermi di vetro . Che pena che mi fa. Scusate mi viene da vomitare solo a pensarci.Stamattina mi sono posta una domanda, ma tra maiali e porci del fienile chat, qualcuno che sta in chat solo per conversare esiste ancora? Non so se vi ricordate ai tempi  , si parlava e si dialogava, ci si conosceva.Qualcuno mi ha sbottato” ma siete voi donne che chiedete questo”! Facile a dirsi, mi sembra piú una giustificazione di coscienza.La mia buona educazione insegna che quando si inizia un discorso, si dice Buongiorno, io mi chiamo e lei?Il fienile della chat e´pieno di maiali, quando li portiamo al macello.

Ma che schifo.Totale nausea a pensarci. E non dite proprio che sono arrogante a pensare cosí, perché non credo proprio che la dignitá della donna esiste per questi maiali. Ma andiamo avanti, io non so come e´stata la vostra esperienza chat-room, ma a me a pensarci , mi viene schifo.

https://i0.wp.com/img117.imageshack.us/img117/1498/pigsflyiu8.gif

Commenti: 12

Wind.

Post n°341 pubblicato il 31 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: Vento

Soffia vento!! Soffia come un dannato!!

Vuoi forse portarmi via?..Va bene accetto!!

Scelgo io la meta..Scelgo io il luogo..

Si scelgo  io!! Dove voglio…

 Inesorabilmente cadere..

Avanti !!

Su vento..Non titubare,

hai forse paura di perdere il confronto

con una semplice  donna??….Fai bene..Perderesti!!

 

 Commenti: 3

Paesi tuoi.

Post n°340 pubblicato il 31 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: Cesare PavesePaesi Tuoi.

Per il mio compleanno mi e´stato regalato da mio cognato, giornalista, che parla perfettamente Italiano un libro di Cesare Pavese “Paesi Tuoi” editore Enaudi. Crudele vivo, violento come libro, dove si parla di incesto, dove le mele sono l´impit di voglia sessuale per Berto, e le montagne mammelle, dove si parla di campagna, di raccolti e di invidie tra agricoltori.La storia è altamente realistica, forse troppo a mio parere.
C’è poco spazio per la fantasia , e´una storia violenta, se non quando vengono descritti minuziosamente i luoghi, i personaggi.La lettura non è molto scorrevole, poiché spesso si incappa su dialoghi un po’ “inutili” e si perde il filo dei discorsi.
La trama è interessante ma forse un po’ troppo statica e lenta a volte come l´andare nelle campagne,
Nel complesso Pavese ha scritto un buon romanzo. Si legge l’esasperazione di Pavese nell’associare alla realtà della campagna una società primitiva e irrazionale sfocia nel momento in cui Gisella viene uccisa proprio perché Talino (chiaro “alter-ego” della campagna) libera senza controllo tutta la sua violenza.
Infine l’arrivo di Berto in campagna è visto quasi come un ritorno all’infanzia, infatti Berto paragona le colline a mammelle (simbolo materno).

Il libro si innesca su i tre personaggi Talino un contadino che è stato accusato di aver dato fuoco ad una cascinale. Berto un meccanico torinese “andato in malora per aver schiacciato un ciclista“.Talino non lascia il compagno all´uscita del carcere, lo segue , lo implora a seguirlo sulla terra, al padre servirebbe un ´operaio in piú.Gisella, la protagonista femminile, gioca un ruolo complesso nella tessitura del romanzo, essa è amante e nello stesso tempo si configura come madre, è sorella e amante per Talino con una naturalezza che è accettata senza tabù nella comunità in cui vive.
Affascina Berto, grazie alla sua purezza, alla sua bellezza naturale, paragonata alla frutta,(le mele) e la fa sembrare ai suoi occhi un qualcosa di estraneo alla “selvaggia” vita di campagna in cui è immersa.
Ma infine la sua immagine viene letteralmente capovolta, e la sua purezza viene maculata dal sangue e dalla morte.

« Talino era seduto per terra, fra le ringhiere dei biglietti, col fagotto e tutto. A vederlo mi pareva di tornar dentro. Si asciugava il sudore, con una faccia da richiamato, e mordeva in un pezzo di pane e formaggio. Dunque aveva dei soldi cuciti da qualche parte; e ci avevi presi in mezzo tutti quanti, me, la questura e le carceri.  »


« Mi guardavo bene intorno, per sapere all’occasione ritornare e saltare sul treno. Ma treno, ferrata e stazione, era tutto sparito. – Sono proprio in campagna, – mi dico, – qui più nessuno mi trova.>>

Arrivato alla cascina Berto conosce il vecchio padre di Talino, Vinverra, la madre e le quattro sorelle, e a poco a poco si adatta alle loro abitudini. Berto è attratto da Gisella, la più giovane delle sorelle, che verrà poi a sapere che Talino l’aveva violentata. Mentre si svolgono i lavori della mietitura Gisella si reca al pozzo per attingere acqua e la porge a Berto perché si disseti. A questo punto scoppia la tragedia: Talino, roso dalla gelosia, provoca la sorella che reagisce ed egli le pianta nel collo il tridente.

« Mi ricordo che tutto il sudore mi era gelato addosso e che anch’io mi tenevo la mano sul collo, e che Ernesto l’aveva già presa alla vita e Gisella pendeva, tutta sporca di sangue, e Talino era sparito.>>

La violenza di “Paesi tuoi”, tuttavia, non è realistica, ma metaforica… Nel corso della narrazione si stabiliscono delle relazioni ricorrenti tra Gisella, la frutta (le mele in particolare) e l’acqua e, in questo gioco di riferimenti, che alludono a una trasparente realtà sessuale, è la chiave delle corrispondenze simboliche del romanzo. Queste, a loro volta, rimandono alla tragica conclusione, quando l’acqua del secchiello si rovescia e, con il sangue, impregna la terra. Pavese cerca di riprendere in questo romanzo i miti primitivi adattandoli all’ambiente della campagnia e trasferendovi i tabù ancestrali, dall’incesto al sangue mettendo in risalto la cieca follia di Talino.

Commenti: 0

Folonite

Post n°339 pubblicato il 30 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: Folonite.

Facilità. Frivolezza. Fantasia. Fragilità. Fuga. Favola. C`è  una folonite e c`è la folonità. Io cerco di riconoscerla. L`isola di Folon sta sotto l´insegna della forma e della felicità.La folonitá evoca la F…..Chissà perchè in Folon si ritrova favola, fanciullo, (jeune)-fille, fine, felicitá. Forse la F è una lettera sua privilegiata, contrapposta per esempio alla T:terribile, tremendo, turpe, tormento, tragedia, tristezza.Tenebre.Folon forse preferisce proprio guardare la terra dalla Luna.Tenersi sollevato e distante, non farsi toccare dalle mani degli uomini, star sempre in volo come un uccello, sui rami di albero, libre come il suo omino con le ali. “Scrive  Vittorio Sgarbi”( Come premessa del catalogo 1987 di Jean-Michael Folon  per i manifesti. Sono qui che guardo il catalogo Edizioni Nuages.

Je n’ai rien inventé, puisque je dois tout à tout le monde. Je ne comprends pas mes images, et chacun est libre de les comprendre comme il veut.
J’ai seulement essayé de fixer mes propres rêves, avec l’espoir que les autres y accrochent les leurs.

Folon [1990 Bouches du Rhone]

Ed ecco che ogni tanto ho un attacco di Folonite . E prendo penna ed inchiostro e schizzo cosa mi passa dalla testa.

 Commenti: 0

Lie to me.

Post n°338 pubblicato il 30 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: Lie to me.

Facce di bronzo, musi lunghi, espressioni simpatiche o antipatiche. Felicità, tristezza, delusione. L’arte di nascondere o mostrare le proprie emozioni attraverso le espressioni facciali non si “apprende” osservando il comportamento altrui, ma è scritta nel Dna umano. È quanto emerge dallo studio pubblicato su Journal of Personality and Social Psychology dai ricercatori della San Francisco State University, secondo cui la capacità di trasmettere o celare agli altri il proprio stato d’animo non si impara, ma è parte integrante del proprio patrimonio genetico.Da bambina mi piaceva osservare le espressioni del viso.Adesso guardo le mini espressioni delle foto. Io credo che ogni persona , ha una microespressione, per ogni comportamento e bugia ,e verita.Io credo che si possa scoprire molto anche dal tono della voce.Bisogna saper ascoltare . E non pensate proprio che non si possa mentire scrivendo.

« La verità è scritta sul nostro volto. »
Lies to me e´ispirato agli studi del Dr. Paul Ekman, psicologo studioso del comportamento umano ed esperto di rilievo sul linguaggio del corpo e sulle espressioni facciali. Le tecniche utilizzate rispondono scientificamente ai nomi di cinesica, prossemica, semiotica.Ekman scoprì che alcune espressioni facciali e le corrispondenti emozioni non erano culturalmente determinate ma erano universali alla cultura umana, quindi di origine biologiche, come precedentemente aveva teorizzato Charles Darwin. Tale scoperta ora è ampiamente accettata da tutti gli scienziati. Nel progetto “Diogene” Ekman fa riferimento alle “microespressioni”, e ritiene che queste siano affidabili nello scoprire le bugie. Egli sviluppò anche il Sistema di Codifica delle Espressioni Facciali (FACS) per la loro classificazione.
Commenti: 0

Quando le statue hanno anima.

Post n°337 pubblicato il 30 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: L´anima delle statue.

Quanto sono fiera di me!

Guarda Lì!

Uhh non guardarmi il culo!


Lasciatemi in santa pace!

Oh Dio che prurito alla schiena!

Come sono vecchio e stanco!

Viola

 Commenti: 1

Togliere il male alla radice.

Post n°336 pubblicato il 30 Marzo 2010 da violabludgl0

Siamo stati dall´Hautarzt stamattina. Allora? Il neo che mi da fastidio, non sembra un neo ma un piccolo angioma. L’angioma è un tumore benigno che si compone di piccoli vasi sanguigni. Compare sulla superficie della pelle in qualsiasi parte del corpo. Ne ho tolti due giganti da bambina sulla schiena…e uno dietro il ginocchio destro.Non e´grande , avra un paio di cm, ma dov´e´strisciano le slip e lo irrito e sanguina.Deve essere  tolto. Prevenire e meglio che curare. Per ora mi ha dato un´altro appuntamento per ricontrollarlo se non ingrandisce. Ma deve essere tolto.E cosí sia. Buongiorno a tutti .

Viola

https://i2.wp.com/gallery.photo.net/photo/10700111-lg.jpg

Commenti: 2

Post n°335 pubblicato il 30 Marzo 2010 da violabludgl0

Curiosando

Doppio ritratto con bicchiere di vino.

tra le foto del signor Mir Mich. Ho scoperto una foto, con un quadro immenso  di Chagall con la sua dolce donna fatta a  Paris,nel  Musée National d’Art Modern. E cosa vedo un  bel quadro vero, naturale, alto e splendente di Chagall. Io adoro Chagall . Sapete quando vi viene un colpo al cuore. Io un quadro reale di Chagall non lo mai visto. Parigi da domani e la meta di nozze. Non mi cambia idea nessuno .

Doppio ritratto con bicchiere di vino .

https://i1.wp.com/www.leninimports.com/marc_chagall_shop_t_postcard_8.jpg

Mia soltanto è la patria della mia anima. Vi posso entrare senza passaporto e mi sento a casa; essa vede la mia tristezza e la mia solitudine ma non vi sono case: furono distrutte durante la mia infanzia, i loro inquilini volano ora nell’aria in cerca di una casa, vivono nella mia anima. Ci fu un tempo in cui avevo due teste, vi fu un tempo in cui questi volti erano bagnati dalla rugiada dell’amore e disciolti come profumo di rosa. Ora mi sembra che anche quando indietreggio avanzo verso un’ampia porta, oltre la porta ci sono ampie distese di pareti, rombi di tuoni smorzati e lampi spezzati riposano. Mia soltanto è la patria della mia anima.

Chagall Marc.

 Commenti: 3

Screpolanze

Post n°334 pubblicato il 30 Marzo 2010 da violabludgl0

Oggi ho mal di testa .  Quindi non ditemi nulla  ho di nuovo mal di testa. E da cinque ore che l´ho. Saranno le mestruazioni, oggi sono insopportabile, incavolata anche con Rainer.Non e´successo nulla di grave, ma non mi ascolta su una cosa.La mia cara suocera , vive pochi metri da noi. Due porte affianco a noi . Ma Rainer non va mai da sua madre se non ci sono io, o se non gli dico vai da tua madre, non va. E da quando vivo con lui, ci va di meno di quando ci andava prima. Ed io non voglio prendermi la responsabilità che poi e´sempre colpa della “nuora” se il figlio non va dalla madre. Ed ieri, gli ho detto. Dai Rassú vai da tua madre. E lui no e´rimasto a guardarsi formula uno, a giocare con la Play Station, a guardarsi un film Western, ma una scappata da mia suocera no. Allora oggi uscivo di casa per andare a lavoro. E chi incontro mia suocera..con un muso che non finiva piú, neanche mi ha salutata. Ed io “ehm Ingrid ciao, che fai?” lei..”pianto dei narcisi” ..totalmente fredda.Dopo un pó mi sbotta”con tono acido” Perché ieri non siete venuti a bere il caffé? Io ho risposto..Io ho lavorato tutto il giorno. E lei fa .. e Rainer dov`era? E che ne so cara suocera dove cavolo era Rainer, e se Rassú non vuole venire da te  che guardi a fare sempre storta a me ?..gli volevo dire.Invece gli ho risposto. Dormiva, domani veniamo. No domani ci vada da solo.Il mio uomo ci vadi pur da solo. Io rimango a casa .

  Stasera tornando a casa. Rainer mi fa ..”teso perché sei triste”.Che dovevo dirgli che sono nera, perché andando a lavoro ho incontrata tua madre, che pensa che tu non vai da lei, perché lei pensa che  io desideró cosi, che aveva un muso che non finiva piú e che neanche mi ha salutata perché te annoia andare da lei, ed io sono sempre la mela cattiva.Che volete che potevo dire. “Ho solo mal di testa , vado a dormire, tua madre ti cercava, vai domani.

Notte Mondo.

https://i2.wp.com/digilander.libero.it/archetipo8/specchio.jpg

Viola

Commenti: 0

Una donna.

Post n°333 pubblicato il 30 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: Aleramo. Una Donna.

https://i0.wp.com/i663.photobucket.com/albums/uu357/GeorgianaGarden/Immagini/Lord%20e%20Lady/portrait-of-a-lady.jpg

La mia fanciullezza fu libera e gagliarda. Risuscitarla nel ricordo, farla riscintillare dinanzi alla mia coscienza, è un vano sforzo. Rivedo la bambina ch’io ero a sei, a dieci anni, ma come se l’avessi sognata. Un sogno bello, che il menomo richiamo della realtà presente può far dileguare. Una musica, fors’anche: un’armonia delicata e vibrante, e una luce che l’avvolge, e la gioia ancora grande nel ricordo….

Povera vita, meschina e buia, alla cui conservazione tutti tenevan tanto! Tutti s’accontentavano: mio marito, il dottore, mio padre, i socialisti come i preti, le vergini come le meretrici: ognuno portava la sua menzogna rassegnatamente. Le rivolte individuali erano sterili o dannose, quelle collettive troppo deboli ancora, ridicole quasi, di fronte alla grandezza del mostro da atterrare.

Ubbidisci al comando della tua coscienza, rispetta sopra tutto la tua dignità, madre: sii forte, resisti lontana, nella vita, lavorando, lottando. Consèrvati da lontano a noi; sapremo valutare il tuo strazio d’oggi: risparmiaci lo spettacolo della tua lenta disfatta qui, di questa agonia che senti inevitabile.

Sibilla Aleramo

Commenti: 0

Die Alte Jungfer.

Post n°332 pubblicato il 29 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: La zitella.

Non sapeva quando avesse cominciato a guardarla, sapeva però che era almeno la terza volta che la guardava, e benché una parte di lei vivamente desiderasse che egli alzasse ancora gli occhi dal giornale, un´altra parte provava imbarazzo a causa di quel desiderio, non per niente, ma perché in realtà il signore era appena un ragazzo, forse non arrivava neanche ai trent´anni. Oh, non doveva essere ridicola. Per punirsi abbassò con ostinazione gli occhi sulla grande borsa a secchiello che si teneva sui ginocchi. Era rigida con se stessa, non facile agli abbandoni segreti: ci teneva ad essere una ragazza onesta. E non era sciocca, tant´è vero che, pensando di sé , essa usava non solo la parola ragazza, ma anche, a seconda delle circostanze, la parola zitella, che si trova all´estremo opposto. Ora ad esempio, si trova all´estremo opposto. Ora, ad esempio, si stava dicendo che non bisognava essere una di quelle comiche zitelle che si montano la testa per niente: il signore, cioé il ragazzo, forse non s´era neanche accorto della sua presenza, certo non l´aveva guardata diversamente da come aveva guardato gli altri, e communque l´aveva guardata per caso, e lei avrebbe anche potuto scommettere che, se avesse alzato gli occhi, lo avrebbe visto immerso nella lettura del giornale. Ma non li avrebbe alzati, gli occhi.

Giuseppe Berto “La zitella”

https://i1.wp.com/i663.photobucket.com/albums/uu357/GeorgianaGarden/Immagini/Professioni/Zitella/typedisplay.jpg

Chi ha visto il film Insonnia d’amore con Tom HanksMeg Ryan e Bill Pullman forse ricorderà una frase che dice, pressappoco: “Tutti sanno che è praticamente impossibile per una donna trovare marito dopo i quaranta” ed è un detto piuttosto comune in America.

Qui ne vedo veramente tante zitelle .

Che non hanno altro da fare che chiaccherare inutilmente, scrivere stupidate, pettegolare su tutto  e tutti ,(le pettegole di piazza)  e non aver tempo di cercarsi marito.

Viola

Commenti: 0


Trovato.

Post n°331 pubblicato il 29 Marzo 2010 da violabludgl0

Il mio dottore generico si chiama dottoressa Elke ..e chiamandola stamattina scopro che  e´in ferie. A me serve la ricetta e questa se ne va in ferie. Ed io nuova di N. un paese agricolo,solo trattorie pecore, e panorami da favola. Stamattina mi son detta non e´possibile che ci sia solo un dottore. Rainer mi chiama e mi dice c´e il dottor Ulrich anche. Io cerco e cerco dove cavolo e´come via..Perché la via  ricordo solo quella di casa mia. Ed indovinate un pó dove e´l´ufficio praxis  del dottore Ulrich .Ha la Praxis di fronte alla dottoressa. Ma io non lo mai visto? Ma si fanno concorrenza .

Almeno lo trovato.

https://i1.wp.com/gallery.photo.net/photo/7452804-md.jpg

  Commenti: 0

Panna cotta.

Post n°330 pubblicato il 29 Marzo 2010 da violabludgl0

Mettere della panna liquida in una casseruola . Un litro esatto.Aggiungere 75 grammi di zucchero. Prendere una stecca di  vaniglia. Come si usa la stecca di vaniglia? Prendere la stecca di vaniglia e incidila su tutta la sua lunghezza, poi prendi un coltello e  prendere i semi strusciando la punta delicatamente … non sono molto grandi e non si vedono bene a occhio nudo… quello che rimane sul coltello, sono i così detti semi di vaniglia! Buttare semini del coltello dentro il litro di panna e anche la stecca di vaniglia , precedentemente tagliata a lunghezza. Prendere 24 gr perfetti di gelatina in foglie. Io uso quelli della Dr.Oetker.Che dicevo prendere la gelatina in foglie metterli a bagno nell ´acqua fredda..acqua fredda!Finche non si ammollano. Mettere la panna della casseruola a bollire.Quando inizia a bollire.Aggiungere la gelatina in foglie bella strizzata dall´acqua .E fare bollire 15 minuti perfetti a fuoco lento. Spegnere..Togliere la stecca di vaniglina mettere il liquido cottura in 9 formine gelato , quelle che si vendono per il gelato ..e cacciare in frigo. Lasciarli in frigo almeno 7 ore. Toglierle dalle formine con un coltello tagliando intorno, un tocc con la mano decisa sopra la coppetta dovrebbe far scendere la “panna cotta”. Condire nel piatto a piacere.  Un litro ne vengono 9  dosi.

Viola.

 Commenti: 0

Ieri, oggi e domani.

Post n°329 pubblicato il 29 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: Dottoreferiehautarztil tempo vola.riservata

Ieri sera son crollata, no crollata ero distrutta. Distrutta e´la parola esatta. Devo alzarmi dal caldo delle coperte , devo cercare un dottore disponibile tutti in ferie. Mi serve una ricetta  devo andare dall´HautArzt controllare e fotografare i nei. Ho un neo mi da fastidio da mesi in una parte delicata . Prima peró devo cercare un dottore generico libero che mi faccia la ricetta  senno mi scordo domani di fare la visita di controllo dall´HautArzt. La torax lo fatta l´anno scorso..e come quando fai il controllo alla macchina e devi aggiungere l´olio dappertutto. Ma non ho voglia di andare a cercare un dottore qui. Ma devo andare domani ho l´appuntamento..ma mi viene fastidioso dirgli anche all´HautArzt domani  ..guardi io ho un neo fastidioso su, nenache lo conosco, neanche e´il mio dottore che mi seguiva…giá io che sono vergognosa e riservata davanti agli altri. E meglio che la prendo a ridere..prima cerchiamo il dottore generico, dopo la ricetta e dopo domani sono dall´HautArzt…e domani si vede. Io vado a comprare il pane caldo ed una briosche calda..ci si vede domani. Perdonatemi  se ci si vede poco…ho poco pochissimo tempo, entro, scrivo il post, leggo i commenti, do uno sguardo di sfuggita ai messaggi e scappo a vivere con mio Rassú.Buona giornata a tutti.

Viola

https://i2.wp.com/gallery.photo.net/photo/5892847-lg.jpg

 Commenti: 2

Io ti chiesi.

Post n°328 pubblicato il 28 Marzo 2010 da violabludgl0

Un´ora esatta di pausa. Ci si vede domani a tutti.

Viola

Io ti chiesi perché i tuoi occhi
si soffermano nei miei
come una casta stella del cielo
in un oscuro flutto.

Mi hai guardato a lungo
come si saggia un bimbo con lo sguardo,
mi hai detto poi, con gentilezza:
ti voglio bene, perché sei tanto triste

– Hermann Hesse

https://i2.wp.com/gallery.photo.net/photo/9049778-lg.jpg

 Commenti: 4

Buona Domenica

Post n°327 pubblicato il 28 Marzo 2010 da violabludgl0

Un caffé immensamente lungo, gli occhi rossi dal sonno,  l´ultima sigaretta bastarda che mi e´rimasta, che mi guarda, ma non cedo. Rainer che con le coccoline e riuscito a buttarmi giú dal letto.Qui piove. Le scheggie di vetro ne ho trovato stamattina sul pavimento tante.Una bottiglia di Amarula ,e´ caduta intera a Rainer ieri sera. Le scarpe fanno squisk squash nel pavimento per il troppo zucchero. Una giornata intensa. Sperando di essere a casa per le due del pomeriggio. Chi festeggia la Domenica delle comunioni, chi fa la comunione oggi e chi lavora per il pranzo di chi fa la comunione. Questa e´la vita.

Allora Buona DOMENICA  a tutti.

Viola

Commenti: 0

Decisione notturna.

Post n°326 pubblicato il 28 Marzo 2010 da violabludgl0

Oggi si dorme un ora in meno . Non ho voglia domani di uccidermi a lavoro.Ma devo andare. Ma sto pensando una cosa buona da 45 sigarette che fumavo..sono passata a 20 da 20 sono passata a 12…e ora di passare al momento cruciale 6 al di. C´e´la faró c´e´la devo fare.Notte Mondo.Buona Domenica a tutti..ci si vede Lunedi.

Viola

 Commenti: 0

Ruben Alves

Post n°325 pubblicato il 27 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: filosofo.Ruben Alves.Teologo

https://i2.wp.com/gallery.photo.net/photo/6841188-md.jpg

L’Istituto Italiano di Cultura di Francoforte. Inaugurazione di LUCES, 9 April 2010, ore 18.30.

“Luces” Light Art from Italy
Collettiva di light-art italiana presso il
Archäologisches Museum, Frankfurt

Mi spaventa l’incapacità delle scuole di creare sogni! Soprattutto oggi che i mezzi di comunicazione – specialmente la televisione – che conoscono bene la psicologia degli esseri umani, seducono le persone con i loro sogni piccoli, spesso grotteschi. Mi spaventa la capacità dei mezzi di comunicazione di creare sogni! Ma da sogni piccoli e grotteschi può solo sorgere un popolo di idee piccole e grottesche, che ignorano che l’essenziale nella vita di un paese è l’educazione».

Ruben Alves.

 Commenti: 0

Buon fine settimana a tutti.

Post n°324 pubblicato il 27 Marzo 2010 da violabludgl0

Oggi lavoreró come ieri  uguale e domani ancor peggio .Non vedo l´ora che finiscono queste due settimane lavorative intense. Rassú dorme io dormo ancora in piedi vi dico la veritá, mi fa male tutto, mi sono bruciata l´avanbraccio nel forno.E troppo alto lo dico al mio nuovo chef che mi adora..che deve mettermi la scaletta. Bevo il mio biberon… e quasi quasi mi vado a ributtare dentro le coperte con il mio “unico” amore. Buon week a tutti. E un bacione speciale a chi mi stima ed e´sempre molto gentile con me. Buon fine settimana a voi e passatelo con chi volete bene e serenamente di cuore , lo auguro a tutti.

Volare

https://i1.wp.com/i.mynicespace.com/545/54581.jpg

 Commenti: 4

Precious

Post n°323 pubblicato il 26 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: Gabourey SidibeLenny Kravitz.”Prezioso”OscarPrecious

Poster internazionale per Precious

Nella Harlem povera e disagiata degli anni ottanta, vive l’adolescente Precious, obesa e semianalfabeta. Violentata dal padre e rimasta incinta, dà alla luce un bambino con la sindrome di Down, come se non bastasse deve sopportare le quotidiani umiliazioni da parte della madre. La nostra eroina, a sedici anni, è incinta per la seconda volta di suo padre. Dalla prima gravidanza è nata la piccola “Mongo”, affetta da trisomia 21 e affidata alla bisnonna, mentre Precious si occupa della madre, una donna pigra, vile e malvagia che rifiuta di lavorare e conta di intascare a oltranza le sovvenzioni assistenziali e odia la figlia perché le ha “rubato il suo uomo”. Quando la scuola scopre che Precious è nuovamente incinta, sempre a causa delle violenze del padre, la caccia. Grazie all’interessamento della direttrice, la ragazza viene mandata in un istituto per ragazzi con problemi sociali. Lì inizia pian piano a recuperare la fiducia in sé stessa, imparando a leggere e scrivere, con l’aiuto di un’insegnante e di una assistente sociale, Precious inizia un percorso verso una vita normale e dignitosa.Il ruolo principale di Precious Jones è affidato alla debuttante Gabourey Sidibe,Nomitata come attrice migliore Oscar.La straordinarietà del film di Lee Daniels risiede in una meravigliosa protagonista sospesa tra tragedia e sogni di una freschezza e di un’ingenuità dolcissime, in una grande creatività visiva e in una insopprimibile, debordante carica di ironia. Ma la straordinarietà di Precious non è ancora tutta qui: è difficile infatti pensare ad un film che riesca ad essere tante cose allo stesso tempo. E’ una storia di denuncia non solo degli abusi domestici, ma anche del sistema assistenziale e scolastico americano; è una storia di rinascita, in cui gli sforzi di Precious sono eroici, le sue tribolazioni gravose . E’ un film dissacrante eppure tenero, angosciante eppure confortante, e tutto questo ne fa un’opera umanamente unica come la sua eroina e come tutte le eroine invisibili, precious di nome e di fatto. Lenny Kravitz e Mariah Carey partecipano anche in questo film. Leonard Albert Kravitz, più noto come Lenny Kravitz  è un cantante, chitarrista e produttore discografico statunitense. Nella sua musica s’ispira ad artisti come John Lennon, Jimi Hendrix, Elton John e Prince. Oltre a cantare, suona anche  in modo geniale chitarra, basso, batteria, pianoforte, armonica e sitar per ognuna delle sue canzoni. È considerato uno degli artisti pop rock di maggior successo del suo tempo, con più di 38 milioni di dischi venduti.Il rocker prenderà parte al film di Lee Daniels affiancando Hugh Jackman e Robert De Niro.Dedicato il film  alla marcia di Selma da cui ebbe origine il Movimento per i Diritti Civili guidato dal reverendo Martin Luther King.

Interessante film .Che vedró di sicuro.

Buongiorno a chi passa, a chi curiosa e chi si ferma e chi invece va. Non ci saró oggi tutto il giorno. Vado a guadagnare la pagnotta.

Volare Liberi.

Nuovo poster USA per Precious

 Commenti: 2

Cosí…

Post n°322 pubblicato il 26 Marzo 2010 da violabludgl0

Ogni giorno la stessa
Vita quotidiana.
Auto, rumore, trambusto
tutti hanno un solo obiettivo, un compito, qualcosa per cui vivere.
E proprio nel mezzo
senza scopo, senza compito
vive solo un uomo.

Nessuno ha il tempo di guardarsi più da vicino
Nessuno si prende il tempo!
Sempre e solo  conversazioni superficiali
Come stai? Grazie, bene.
Nessuno si chiede se ciò che  sia  effettivamente facendo sia tanto bene.
Certo,la persona con cui si parla ci  sembra felice.
Ma perché non prendere il tempo di guardare dietro la faccia.
Dietro un volto sorridente, può esserci un uomo molto triste.
Fermatevi tra le strade,
tra le macchine, il rumore ed il trambusto.
Andate a vedere le persone che amate, un amico di lunga data, un conoscente, un parente,la sorella, madre , padre e figli e
provate a guardare negli occhi..Non bisognano tante parole, guardarsi prendersi le mani e stare assieme non solo per un  semplice ” come stai”? e scappare via.
Prendere il tempo.
Prendetevi il tempo di vedere oltre i  volti

Basta provare
allora incomiciate  sapete e conoscere veramente come stanno e come sono le  persone.

Notte .

Viola

Commenti: 1

Wamiba mi aspetta.

Post n°321 pubblicato il 26 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: amici.Giorgioun saluto a GeorgWamiba

Questi giorni mi ha telefonato un vecchio amico, ma anche il mio vecchio Chef Giorgio della gelateria di Wamiba, dove vivevo prima da sola. Veneto, simpaticone , affascinante, elegante, casanova, e tra un porco “boia ed un porco di ..” e´tirchio da malattia. Lui risparmia su tutto, deve trovare la convenienza su ogni cosa, peró ha un cuore d´oro, simpatico ridiamo sempre quando ci sentiamo, ma per lui non si  spreca a spendersi cifre con quattro zeri e per le persone che vuole bene. Ho ancora degli orecchini a forma di cuore con diamantini in platino che mi regalo per gli anni di affidibiltá , lavoro ed amicizia assieme. Bellissimi. Allora ha ingradito la gelateria di un buon 100 metri quadri, bell´ investimento,il personale sono i ragazzi degli anni scorso ed arrivano tutti stasera notte:-) Fabio, Andrea, Maria e Laura e´gia arrivata. Chi manca la vecchia, in sintesi manco solo io che sono chiamata “veccia”in dialetto veneto, da tutti, la quale ho insegnato a tutti il lavoro e come fare le coppe gelato e la differenza delle sorti, come pulire il gelato, temperature, riconoscere una sorte dai colori, l´igiene della gelateria, l´ordine e l´unione e lo stare assieme a lavorare come una famiglia e sorridendo. L´anno scorso abbiamo fatto molte spaghettate assieme.Allora Giorgetto mi ha telefonata, aprono Martedi, manchi solo tu “veccia”, mi fa , dai passa e ci beviamo un prosecco assieme. Sono indecisa ed oziosa di farmi 150 km e poi andare a Wamiba mi commuove sempre ci ho vissuta 9 anni e conosco tutti.Lo so gia la festa che mi fanno.Ma lo faró.Uno per salutare il mio amico Giorgio e´augurargli una buona stagione lavorativa,per salutare i ragazzi, ma devo fare una cosa molto importante prima di fermarmi in gelateria.Andare ad un fiorario comprare una bella pianta di rose, e portare un saluto sulla tomba di Georg.La posta la libero, vi risponderó appena  avró  tempo. Notte Mondo.

https://i1.wp.com/www.gps-tour.info/redx/tools/mb_image.php/file.x615a6b3443706e6673324e4d6f646a4b507461336f51483479786536426e38663938476b766f31457a502f724a445a64796151304f673d3d/gid.8/odenwald06.jpg

Viola.

 Commenti: 0

April, April weiß nichts ,was er will.

Post n°320 pubblicato il 25 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: Pisolino pomeridiano.

Oggi volevo andare a fare una passeggiata. Ma il tempo e´cambiato. Ed il lieve mal di testa non mi lascia in pace. Poi mi chiedo come ti senti Viola qui oggi? Benino. Meglio che male. Ma cammino ancora con le punta di piedi, come una ballerina ed attenta a non farmi far male. Ricomincerai a fidarti della gente? Si se accettano che non devono cambiarmi, ne giudicare, i miei modi che sembro impulsiva, ma alla fine sono una persona normale come tanti qui, la mia fregatura e che sono troppo buona, oppure  giudicare dove vivo, chi sono o come la possa pensare sulla vita o con chi parlo  e scrivo, e chi possa avere in lista amici. Sono tutti uguali la gente che passa dal tuo blog? Io non faccio distinzione tra i blog e gente sono tutti uguali certamente ci sono blog interessanti e blog veramente stupidi.Che pace finalmente!Io vado a fare il riposino.Ne ho bisogno ultimamente tanto di dormire.

Commenti: 2

Strani pensieri filosofici.

Post n°319 pubblicato il 25 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: Chi siamocosa vogliamoevoluzione.l´unitilitá del materialel´unitilitá di perdere tempo.

Non sono le cose futili importanti , ma e´ importante Evoluzione (lo sviluppo), che  può  essere il tutto per capire l´esistenza dell´uomo,ed accettato  forse cosi che  lo spirito è libero. Lo spirito è libero,solo  se l’avarizia, l’invidia e  la  difesa, la  tutela è, la conoscienza o la vostra ed unica veritá  non  hanno la priorità,  quindi se lo spirito  è  immaturo, siete  e siamo fregati . In mancanza di fiducia in sé  stessi è immaturo. L´immaturo cerca sempre qualcuno che  decide , che potente, che gli dia modo di esprimersi troppo  su di lui. L’uomo crea illusioni, con pezzi di carta che non è sua! Si tratta di decadenza umana.?Gli esseri umani provocano illusioni, con brandelli di carta virtuale , non è questo essere!? vivere. ?Vedi me e vedi tutti. Si tratta di decadenza ?eh … eh .. ma cosa e´il tempo in tutta l´evoluzione.Nulla voi direte abbiamo il passato? ma cosa è il  tempo ???????? 4,6 ^ 9-7.000 anni  che sono andati?…. ridere, ridiamo pure, il tempo va anche  se voi non lo volete. L´evoluzione ci fregherá le mutande … ora sapete chi siete e chi siamo.Nulla si ferma con una macchina  da lusso e un vestito Missoni, ed un conto da quattro zeri, non sono e non siamo nulla.Perché quella bellissima parola “Evoluzione” e il tempo ci fregherá.

VolareLiberi

 Commenti: 0

Frei sein .Xavier Naidoo

Post n°318 pubblicato il 25 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: come il ventoe la terraEssere liberitesto italiano.xavier naidoo
Pensi che il vento soffia,
perché qualcuno dice: “Vento, fa male ”
Pensi tu, che le stelle nel cielo stanno lí a
brillare perché qualcuno li ha  accesi?
Credi tu questo?
Pensi che gli elementi fanno quello che vogliono,
e non quello che  devono ? Credi tu questo? Credi tu questo?
Se credi a ció , quindi non vedrete mai
e capirai mai  che cosa intendo quando dico:
Voglio essere libero,
(libero come il vento quando soffia.)
Voglio essere libero,
(libero come una stella nel cielo.)
Voglio essere libero,
Voglio essere liberi,siate libero, siate liberi, per essere liberi.
Voglio essere libero, essere libero,
Voglio essere liberi,siate  liberi, siate liberi, per essere liberi.Pensi che la terra
avrebbe smesso di  girare,
se qualcuno avrebbe deciso,
che è meglio cosí per loro? Credi tu questo?
Pensi che qualcuno, da qualche parte, qualche volta
per te la tua vita puó vivere ? Credi tu questo? Credi tu questo?
Se credi che, quindi non vedrete mai
e capire che cosa intendo quando dico:Voglio essere libero,
libero come il vento quando soffia.
Voglio essere libero,
libero come una stella nel cielo.
Voglio essere libero,
Voglio essere liberi, siate liberi, siate liberi, per essere liberi.
Voglio essere libero, essere libero,
Voglio essere liberi, siate liberi, siate liberi, per essere libero.Pensi che la tua vita
è già scritta,
e da qualche parte da un uomo saggio
trasporta le  conseguenze vostre azioni – ci credi?
Pensi che di tutte le vita sulla terra
siano più preziose che la vostra? Credi tu questo? Credi tu questo?
Se credi che, quindi non vedrete mai
e capire che cosa intendo quando dico:Voglio essere libero,
libero come il vento quando soffia.
Voglio essere libero,
libero come una stella nel cielo.
Voglio essere libero,
Voglio essere liberi, siate liberi, siate liberi, per essere liberi.
Voglio essere libero, essere libero,
Voglio essere liberi, siate liberi, siate liberi, di essere liberi
Viola dal Testo Frei Sein dei Xavier Naidoo.
Commenti: 0

IL MIO BUONGIORNO STRANO.

Post n°317 pubblicato il 25 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: banalitácolpe.inutili storieMal di testaun sugo senza finevivere

Non ci voglio credere. Mi sembra non vero. Non vi siete accorti che quattro giorni che ho pace qui nel mio blog?…che pace grazie a Dio .Shhhhhhh non urliamo troppo. Fate piano..Shhhhh.Come si dice non svegliamo il cane che dorme..Shhhhh diciamolo tutti sottovoce..che pace!!!!!E spero adesso, che mi lasciano finalmente tutti,”tutti ” indistintamente, sanno loro di chi parlo, definitamente in santa pace con le loro stupide guerre …lo spero proprio stavolta …perché io non ho da pensare alla gente passata di che gruppo e perché e come, e di certe storie inutili, e chi ha ragione o no non me ne può fregar nulla. Non me ne frega un fico secco. Se non vi e´chiaro cercatevi un vocabolario. Ho da vivere e Voglio vivere !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Che più importante. Però oggi, mi sento un lieve cerchio in testa, ho mal di testa di quelli a cerchio. Cioè ´mi sono svegliata con un mal di testa lieve. E normale svegliarsi con il mal di testa? Ultimamente mi colpisce sempre. Ma nulla di grave, berò il mio biberon…di caffè .. che non ve ne puó fregar nulla a nessuno, ma per me e´uguale e qui ce caldissimo, venti gradi. E penso che devo lavorare tantissimo questi giorni. Ma vado a fare una bella passeggiata all´aria aperta oggi pomeriggio e voi ? Non stata qui a rimugghiare ad inutile storie  andate a vivere..che non si mai che succede domani…Godetevi le giornate , non pensando, cosa mi ha fatto quello o quella, perché nessuno vi aiuta, perché a me tutto addosso? uscite andate a mangiare un gelato. Se vi chiudete nel vostro blog a modo  di Bunker non vi può aiutare nessuno. Io metto il muro solo quando voglio silenzio o parlano troppo oppure percepisco di essere usata…oppure per non parlare troppo io. Aahahhah.

Ma non capisco chi ne fa una questione pubblica ogni pelo di capello che  fa, e prendendosela anche con chi non c´entra, ma va bene  anche , posso capire il non poter sopportare tutto, ma lascia perdere Viola, chi si preocccupava per te  quando ti tiravano le pietre .Nessuno. Dovevo fare un discorso più lungo. Ma evito ad accendere inutili, banali e futili micce, perché ho da vivere. Ma ogni tanto chiedetevi se la colpa degli eventi negativi , non possa essere che solo vostra, invece di scaricare la colpa sugli altri .  Io lo faccio con me. Io con spensieratezza vado a vivere, voi  continuate pure a girare il sugo, ma da soli. Senza me. 

Viola

https://i1.wp.com/i236.photobucket.com/albums/ff278/faraluna/stasi1asi.jpg

 Commenti: 0

 

Vediamo che succede.

Post n°316 pubblicato il 25 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: non chiudere il blogun amico caro nel cuore.Vediamo che succede

Volevo andare a dormire..ma il pisolino di oggi pomeriggio mi ha fregata.Volevo andare..ma si vede che dovevo entrare qui.Sono amareggiata che il mio amico Giovanni, dal blog Vediamo_chesuccede. Un uomo a modo, sempre educato per dei troll abbia chiuso il blog. Lo so che tu apri, chiudi e rapri , ma ci siamo in questi anni sempre ritrovati, ricordo ancora quando ti feci la sorpresa e ti chiamai, il tuo accento “toscano” bellissimo , sei timido, riservato e buono.Io lo so che tu sei buono.Lo so che avresti sperato che ti chiamassi ancora, ma non so dove sia il tuo numero e se l´avessi stasera ti farei aprire e convincerei a voce di riaprire.Non per me, ma per te.Tu mi dirai ma tu anche tante volte hai chiuso? Ma adesso anche se mi dovrebbero mandare a calci nei fondelli via, io da qui non vado via.Perché non ho nessuna colpa per non aver lo stesso diritto degli altri di stare qui.Io chiudo , temporaneamente il blog quando la gente mi soffoca , o quando non ho piú difese, allora d´ora in poi mi piglio un pó di ferie. E poi mi dispiace che ti ho dato sempre poco tempo. Ma ho da vivere, prima la mia vita e poi esisti tu, kappa, roberta, les, sempre pazza e tanti altri.E poi volevo rileggere la storia della ragazza cieca..scherzi a parte..la so a memoria.Apri e non darla vinta a nessuno mai .Promettimelo perché tu sei buono.Tanto lo so che passi ogni cinque minuti da me… e che mi hai tolto dalla lista..per non farmi messaggiare e che hai bloccato i messaggi come me ..perché tu sai che ti tiravo giú la porta dal blog stasera.Forza Giovanni io sono qui e non solo io anche la tantissima gente che ti scrive.

VolareLiberi

https://i1.wp.com/img75.imageshack.us/img75/3044/x1pphu2k6hcg6pchz6aor2uop7.jpg

 Commenti: 1

Buona Notte Mondo.

Post n°315 pubblicato il 24 Marzo 2010 da violabludgl0

Ho bisogno di dormire…senno stasera a lavoro rischio di dar fuoco ad un ristorante. Allora ci si vede “Hundert Prozent “domani.

Buonanotte Mondo.

http://crescereleggendo.files.wordpress.com/2009/08/02-dormire_001.jpg

Commenti: 1

Gute Morgen .

Post n°314 pubblicato il 24 Marzo 2010 da violabludgl0

Non mi alzo mai cosí presto.Mai. Ma devo preparare i panini al latte che ho promesso a Michaela. Un bagno, poco fumare, perché i polmoni me li sto sparando a forza di nicotina , un caffé. Ma per prima cosa un bel caffé caldo. Smettere di fumare direte ?Non e´che qui siete di grande aiuto fino adesso come ansia . Ed e´meglio che rido .

Buongiorno a me. Non do piú un buongiorno a nessuno, da quando ho scoperto che non e´tipico della gente qui dare un buongiorno.Quindi lo auguro solo a me.E giú le mani dalla colazione ! 

https://i1.wp.com/i249.photobucket.com/albums/gg228/bellagracy/colazione.jpg

Commenti: 8

Aforisma Notte.

Post n°313 pubblicato il 24 Marzo 2010 da violabludgl0

Dobbiamo fare il miglior uso possibile del tempo libero.

La coscienza non è la stessa per tutti. Quindi, mentre essa rappresenta una buona guida per la condotta individuale, l’imposizione di questa condotta a tutti sarebbe un’insopportabile interferenza nella libertà di coscienza di ognuno.

Aforismi di Mahatma GandhiMahatma Gandhi'I'm Lovin' It'


Questi sono ricordi da ricordare.

Post n°312 pubblicato il 23 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: Il mio passatole cose importanti da ricordarenella mia vitauniche e sole.

 

https://demetraseele.files.wordpress.com/2012/04/strega.jpg?w=300Commenti: 3


Vado a vivere.

Post n°311 pubblicato il 23 Marzo 2010 da violabludgl0

Ed adesso dopo il mio sfogo, perché io sono una permalosa di natura, antipatica, stronza , ma schietta. Vado a vivere. Na tazzurella di caffé ed una sana sigaretta per i polmoni ?

https://i0.wp.com/farm1.static.flickr.com/98/210135184_b26254f10b.jpg

 Commenti: 2

https://i2.wp.com/i38.tinypic.com/2dw8l0.gif Commenti: 0


Ironica

Post n°309 pubblicato il 23 Marzo 2010 da
Commenti: 0

Soddisfazioni lavorative.

Post n°308 pubblicato il 23 Marzo 2010 da violabludgl0

Sono appena arrivata da lavoro.Rassú russa beato… Uhhh che mal di piedi.Ci hanno ucciso stasera.Veramente ultimamente e´straradoppiato il lavoro. Matteo dice che gli porto fortuna… va bene  anche che ho aggiunto dei cambiamenti miei alla carta menú, dandogli delle  piccole nuove idee, mie ricette semplici, insalata imperiale di scampi, ” insalata verde, rucola, pomodorini ciliegia ,radicchio , cipolline fine rosse, tutto in una ciotola…con olio d´oliva extravergine, un buon aceto bianco , sale e pepe, girare il tutto piano  senza rovinare le foglie della rucola..delicatamente, mettere al centro di un piatto da secondo , gigante  di vetro trasparente., in modo compatto.. saltare gli scampi, saltare i fungli porcini e buttarli a giro tondo nel piatto di insalata, preparato prima, guarnire con della crema dico ” crema” di aceto balsamico… e accompagnare con delle focaccine calde ..olio e origano e sale…ed il dolce tris… pannacotta alle fragole,con soße alle fragole , con tiramisú ,  und ein eclaire alla crema di rose… ed l´insalata siciliana alla rosa, la nostra classica insalata siciliana, finocchio fino tagliato, con arancie rosse a rondelle tagliate, capperi olive verdi giganti , ed una spruzzata di condimento italiano con aggiunta di pinoli, ed uva passa ed infine le mie lasagne vanno a ruba 20 porzioni, ne hanno ordinato sabato sera..piccole cose…piccole idee. Ma il lavoro e´aumentato ed non ho piú orari ed ho la reperibilitá ogni giorno tranne il martedi. Ma sono soddisfazioni specialmente quando lo chef Matteo ti paga e ti aggiunge quelle cinquanta euro in piú per dirti te lo meriti hai fatto un buon lavoro.Mi paga ogni Lunedi sera:-)

Viola

https://i1.wp.com/farm4.static.flickr.com/3028/2568466352_d57a857236.jpg

 Commenti: 1

Decorazioni di Pasqua.

Post n°307 pubblicato il 22 Marzo 2010 da violabludgl0

La tradizione di colorare e decorare le uova di Pasqua è molto antica.Maria Maddalena, insieme alle altre donne, trova il Sepolcro di Gesù vuoto. Ai racconti del Vangelo si aggiunge il lato fiabesco. Tornata a casa, annuncia agli apostoli la notiza, ma Pietro dice: «Ti crederò solo se le uova di quel paniere diventano rosse». E così fu… Già al tempo del paganesimo in alcune credenze, il Cielo e la Terra erano ritenuti due metà dello stesso uovo, e le uova erano il simbolo del ritorno della vita.

Gli uccelli infatti si preparavano il nido e lo utilizzavano per le uova: a quel punto tutti sapevano che l’inverno ed il freddo erano ormai passati.

I Greci, i Cinesi ed i Persiani se li scambiavano come dono per le feste Primaverili, così come nell’antico Egitto le uova decorate erano scambiate all’equinozio di primavera, data di inizio del “nuovo anno”, quando ancora l’anno si basava sulle le stagioni.

Colorare le uova di gallina:

Per colorare le uova di gallina da mettere in tavola (e mangiarle) falle bollire con un cucchiaino di aceto e con ingredienti diversi a seconda del colore che vuoi:

verdi: con spinaci o prezzemolo ;
rosa-violetto: con barbabietola rossa cotta al forno
gialle: con zafferano o camomilla arancioni: con cipolle.

PULCINI DI LANA

Un gomitolo di lana gialla
Del cartoncino abbastanza spesso
Feltro arancione
Feltro nero
Colla tipo Vinavil
Un compasso
Un ago da lana

Usando il compasso, sul cartoncino disegnate due cerchi con il diametro di circa 6 cm e, all’interno, un forellino della larghezza di circa 2 cm. Tagliate le ciambelle che avrete in questo modo ottenuto (per il buco interno al posto della forbice potrete utilizzare un punteruolo) e procedete alla realizzazione del pon-pon che vi servirà per ottenere il corpo del pulcino. Sovrapponete i due cerchi e, dopo aver srotolato la lana gialla (il filo dovrà essere molto lungo) fatela passare con un ago da lana attraverso il forellino interno su tutta la superficie del cartoncino in modo da ricoprirlo completamente. A questo punto, con una forbicina da bagno, tagliate la lana lungo la circonferenza esterna infilando la lama tra la lana stessa e il cartoncino. Per evitare, però, che la lana fuoriesca dai cartoncini, bloccatela nel mezzo facendo passare la parte di filo che vi è rimasta tra il cartoncino interno e la lana in modo da creare una matassa legata al centro. Sfilate la ciambella di carta e sistemate il vostro pon-pon aggiustandolo, se serve, con le forbicine in modo da avere una specie di palla di lana. Procedendo nello stesso modo, realizzate, quindi, la testa (il diametro delle due ciambelle dovrà essere di circa 4 cm e, comunque, più piccolo rispetto a quello del copro) che potrete attaccare al copro usando della colla vinilica. Fate asciugare e procedete alla realizzazione degli occhi (con il feltro nero), il becco e le zampe (con il feltro arancione)…

Le realizzazioni sono prese dal web. Non sono carinissime.

https://i1.wp.com/www.blogmamma.it/wp-content/uploads/2009/04/uova-colorate-con-cappellini.jpg

https://i1.wp.com/festeascuola.altervista.org/pasqua/pulcini.jpg

https://i2.wp.com/www.magichemani.it/wp-content/uploads/2008/03/img_3037.JPG

 Commenti: 6

Ostern Eier.

Post n°306 pubblicato il 22 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: Arrivo Pasquai miei amici.la mia vitaMichelaOstern eierserenitá

Un sole lieve entra dalle finestre, con un po di nuvole sporche d´acqua. Oggi e´Lunedì, per molti il primo giorno di lavoro, per me l´ultimo giorno. Perché domani abbiamo la chiusura del ristorante.

Uso Open Office per scrivere, e correggere i piccoli errori di grammatica per non farmi rider da stupidi presuntuosi intelligenti. Sono diversa dentro e cambiata un po diffidente della gente, un po tanto, mi e´ servita questi giorni di vacanze per depurarmi dal negativo. Ho imparato a pensare a me, sempre a pensare a discutere inutilmente con chi non vuole sentire. Ma a che servito? A farci solo male. Non ho più pretese da nessuno. Siete liberi, di fermarvi, leggere ed andare , questa e´la vita. Ci si incontra , ci si piace e ci si scrive , ma ci sono momenti che si decidono strade diverse,e meno male che si ha questa scelta ed io non ci rimarrò mai più male. Penso anche che tra un po di settimane e´Pasqua ..ed io lavorerò molto,ma stiamo organizzando una festa primaverile con gli amici verso fine Aprile, quelli veri , quelli che se ti dicono un buongiorno lo dicono “vero”,quelli che se li chiami alle tre di notte corrono , e quelli che sono sempre vicino a te senza giudicarti..Qui siamo solo conoscenti, buoni conoscenti. Quindi perdonatemi se ogni tanto spolverò la bacheca amici e vi lascio andare. Penso che dopo domani ho da preparare con la mia amica Michela le “Ostern eier “ sono le uova di Pasqua colorate…che si preparano prima di Pasqua da appendere su rami secchi e decorare la casa prima di Pasqua…oppure nascondere nel giardino per i bambini. Michela viene a far colazione da me Mercoledì, colazione assieme preparando il panini di latte freschi e poi , giardino ed le “Ostern eier” da colorare. Che bell´inizio la mia primavera. E la vostra?Buongiorno a tutti.

Viola

https://i1.wp.com/irisgreen.it/files/2009/04/439731397_ec45dd0daf.jpg

 Commenti: 4

Notte Mondo.

Post n°305 pubblicato il 22 Marzo 2010 da violabludgl0

https://i1.wp.com/gallery.photo.net/photo/7265872-md.jpg

Una primavera nuova. Serena mi auguro. Finalmente fanno tutti silenzio…tranne io. Uguale. Che piacevole sensazione. Finché durerà? Notte Mondo .

Viola 

Commenti: 0 


Certe foto.

Post n°304 pubblicato il 21 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: Una vecchiaia assieme.

Certe foto non hanno bisogno di parole. Come certi sentimenti del cuore. Parlano da sole. Cosa mi auguro per domani ? Un po più di rispetto nei miei confronti e meno inutili parole…qui dentro. E nella vita? ..di amare il mio uomo fino all´ultimo minuto della mia vita. Questa e´la cosa più importante oggi . Domani si vedrà.

Viola.



Heilbronn.

Post n°303 pubblicato il 21 Marzo 2010 da violabludgl0

https://i0.wp.com/gallery.photo.net/photo/4729588-lg.jpg



Notte Mondo.

Post n°302 pubblicato il 21 Marzo 2010 da violabludgl0

Tag: Ich.

Non ci sono veramente stata, mi sono veramente rilassata a pensare a me..ci sono sempre stata di sfuggita e se c´ero, io ero nel mio giardino segreto. Che nessuno conosce, un giorno forse. Non vi sono mancata? Voi per nulla a me tranne molto pochi.Viola



Un sano pensiero.

Post n°301 pubblicato il 20 Marzo 2010 da violabludgl0

Stasera avrei voluto rovinato un “uomo” per sempre, tutto pronto, tutto scritto, bastava un click, un sano pensiero lo ha salvato.”Non mi ridurro mai come te”Punto ed accapo.Non sono cosí stronza come dicono. Gli ho salvato la vita ma non mi ringrazierà’ mai.

Viola

http://byfiles.storage.live.com/y1pq6HW7knv6vVsLIEMK6YbodRIfbwEOUPZ8iKpCV_6uvX5yXZ8VyqxShqjiKwKIpXktejg8yInZ0Q


Sto bene, ma non meglio.

Post n°300 pubblicato il 20 Marzo 2010 da violabludgl0

Sto bene. Sto vivendo fuori da tutto questa corsa di posti al sole inutili e di gente negativa.Sto guarendo , ma ci vorrá tempo.Ti manca il blog e la gente? No, solo i miei amici e chi mi lascia un sorriso.Gli altri per nulla. Il coltello stavolta ha preso il centro del mio cuore. E ´tutto troppo piú grande per me.I primi posti, le inutili guerre, rinvagare il passato inutilmente,ma non pensate mai al domani? ma una stretta di mano non siete capaci a darvela? che poi paga la gente buona come me ed ha pagato giá parecchia gente?Almeno ho scoperto di non essere la piú insultata ed odiata di questo portale oggi…almeno questo mi rincuora e mi sento meno sola in questo posto di pazzi, che non sono l´unica. ahahha Quattro anni di guerra virtuale inutile vi siete fatti? Ed io che pensavo che era una bazzeletta..ma denunciatelo..che aspettate a denunciare ,  aspettate che ci scappa il morto? Ma voi tentate un dialogo con uno che soffre di schizofrenia?Rido a crepapelle. Mi sto letteramente rilassando alla faccia di chi mi vuol male. Invece un saluto grande grande a chi mi vuole bene.

Non lo sentite il profumo di primavera?

Viola.

https://i0.wp.com/artfiles.art.com/5/p/LRG/8/838/64YY000Z/jose-royo-primavera.jpg

 Commenti: 2

Ultimo post

Post n°299 pubblicato il 15 Marzo 2010 da violabludgl0

Viola
https://i1.wp.com/www.bisedizioni.it/data/img/affrontare-la-paura.jpg

Ciao a presto.

Post n°298 pubblicato il 14 Marzo 2010 da violabludgl0
https://i1.wp.com/www.papagnol.com/public/chiuso-per-ferie.png

Dubbi esistenziali.

Post n°297 pubblicato il 14 Marzo 2010 da violabludgl0
Ma sembro cosí delinquente che tutti mi stanno addosso?Io povera me sono stanca.E possibile anche che il signore giú non e´colui che io penso.Tutto e´possibile. Ma sono anchío stanca e non mi fido di nessuno piú.Perché dopo un pó non credo che una persona si alzi la mattina e tutti addosso a “Viola” ad insultare. Certo io esplodo anche , e passo dal torto. Ma un´altra cosa. Esiste il tasto vai avanti, se mi odiate che passate a fare da me?Ma buttatemi in nera e dimenticatevi di me. E voi vi e´capitato qui di ricevere insulti, solo perché stavate sulle palle? E come avete reagito?Io adesso, proveró d´ora in poi di farmi cadere tutto da dosso.Ma voi se qualcuno vi scrive “Lei e´l´insulto dell´Italia” prendendo il signore sotto some esempio, lo ringraziate, gli fate un sorriso e fate finta di nulla?Oppure gli fate ricordare quello che e´una persona, che per i suoi cinque minuti ha rovinato la giornata ad un´altra persona…solo per suo capriccio,solo per un puntiglio.Io non sono il tipo che insulto senza ragione, o perché ho i miei cinque minuti, per farmele scappare un motivo ci sará.E poi penso che possibile anche che se forse non sia il “LUI PAZZO” , si vede che e´arrivato nel momento sbagliato, nell´ora sbagliata e nel momento sbagliato e se beccato quello che non era suo.E se fosse cosí mi dispiace anche,ma anche voi a continuare ad insistere.La pazienza passa, pensate a me quanto passa.Sapete cosa penso oggi che forse sono io sbagliata per questo mondo!Tutti a condannarmi e giudicare e se poi esagero in modo non corretto sono io la stronza, ma se mi odiate cosi tanto, prendete una pistola, metteci una pallotola ed uccidetemi, fate prima.

Non mi dite piú hai gli occhi tristi.Voi mi rendete triste.Finalmente possono scrivere solo i miei amici , solo la mia lista amici…da me ..che pace almeno in questo senso.Adesso..per favore lo chiedo veramente per favore , avete l´umilta di lasciarmi in santa pace e di non continuare ad uccidere , la mai dignitá.Ho volete anche quella?

Scrivi Commento – Commenti: 0

Condividi e segnala Condividi e segnala – permalink – modifica – elimina

Ciao a presto.

Post n°298 pubblicato il 14 Marzo 2010 da violabludgl0
https://i1.wp.com/www.papagnol.com/public/chiuso-per-ferie.png
Ed adesso stanca, da tutto e da tutti.
Fatevi tutti un bell´esamino, riflettete se ne vale cosi la pena di tenermi sempre sotto assedio qui dentro, pscologicamente e moralmente.
Io mollo,non per gli amici, non per chi mi stima,mollo da tutta questa negativitá che continuate a trasmettermi, mai un sorriso, mai un grazie e mai lealtá tranne i miei amici.Quelli si che mi conoscono.
Ho bisogno di ferie per purificarmi da tutta questa negativitá della gente.
Tra un mese ci si ritrova.
Per i miei amici , mi trovate su Malenando.
Un sorriso amaro a tutti.
Viola
http://www.secondoprotocollo.org/
Condividi e segnala Condividi e segnala – permalink – modifica – elimina

Dubbi esistenziali.

Post n°297 pubblicato il 14 Marzo 2010 da violabludgl0
Ma sembro cosí delinquente che tutti mi stanno addosso?Io povera me sono stanca.E possibile anche che il signore giú non e´colui che io penso.Tutto e´possibile.Ma sono anchío stanca e non mi fido di nessuno piú.Perché dopo un pó non credo che una persona si alzi la mattina e tutti addosso a “Viola” ad insultare. Certo io esplodo anche , e passo dal torto. Ma un´altra cosa. Esiste il tasto vai avanti, se mi odiate che passate a fare da me?Ma buttatemi in nera e dimenticatevi di me. E voi vi e´capitato qui di ricevere insulti, solo perché stavate sulle palle? E come avete reagito?Io adesso, proveró d´ora in poi di farmi cadere tutto da dosso.Ma voi se qualcuno vi scrive “Lei e´l´insulto dell´Italia” prendendo il signore sotto some esempio, lo ringraziate, gli fate un sorriso e fate finta di nulla?Oppure gli fate ricordare quello che e´una persona, che per i suoi cinque minuti ha rovinato la giornata ad un´altra persona…solo per suo capriccio,solo per un puntiglio.Io non sono il tipo che insulto senza ragione, o perché ho i miei cinque minuti, per farmele scappare un motivo ci sará.E poi penso che possibile anche che se forse non sia il “LUI PAZZO” , si vede che e´arrivato nel momento sbagliato, nell´ora sbagliata e nel momento sbagliato e se beccato quello che non era suo.E se fosse cosí mi dispiace anche,ma anche voi a continuare ad insistere.La pazienza passa, pensate a me quanto passa.Sapete cosa penso oggi che forse sono io sbagliata per questo mondo!Tutti a condannarmi e giudicare e se poi esagero in modo non corretto sono io la stronza, ma se mi odiate cosi tanto, prendete una pistola, metteci una pallotola ed uccidetemi, fate prima non credete?.

Non mi dite piú hai gli occhi tristi.Voi mi rendete triste.Finalmente possono scrivere solo i miei amici , solo la mia lista amici…da me ..che pace almeno in questo senso.Adesso..per favore lo chiedo veramente per favore , avete ll´umilta di lasciarmi in santa pace e di non continuare ad uccidere , la mai dignitá.Ho volete anche quella?

 Commenti: 0
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: